“Salute in cammino” chiuso il primo trimestre

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Salute in cammino

MONTEPRANDONE – Con una simpatica e divertente cerimonia conviviale si è chiuso il primo trimestre del progetto “Salute in cammino” promosso dall’Associazione di volontariato Delta, in partenariato con l’U.S.
Acli Marche, e sostenuto dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali e relativo alla direttiva Ex Legge 266/91 nell’anno 2013.

Alla cerimonia erano presenti anche il vice presidente del Coni Marche Giulio Lucidi, il consigliere della Provincia di Ascoli Piceno Bruno Menzietti, il presidente delle Acli provinciali di Ascoli Piceno Emidio Cecchini, il presidente del comitato di quartiere Ponterotto di San Benedetto del Tronto Andrea Sanguigni ed il presidente del Corecom Marche Pietro Colonnella.

L’iniziativa è stata avviata, infatti, nello scorso mese di ottobre ed ha già permesso a centinaia di persone di praticare attività sportiva all’aperto combattendo dunque la sedentarietà e l’obesità che hanno costi sanitari sempre più elevati.

“Va ricordato infatti – dicono i promotori del progetto – che è stato provato il  nesso di
casualità tra lo spor e salute per cinque patologie ossia malattie cardiovascolari, ictus, tumore al colon, tumore al seno e diabete di tipo II”.
Il progetto andrà avanti per quasi un anno per concludersi il 30 settembre 2015 e prevede una lunga serie di iniziative di promozione della salute mediante attività fisica all’aperta da realizzare in vari comuni del territorio regionale, in particolare ad Acquaviva Picena, Campofilone, Castelfidardo, Monteprandone e San Benedetto del Tronto.

All’iniziativa stanno collaborando anche la Regione Marche e le delegazioni di Ascoli Piceno, Fermo ed Ancona del Coni che hannoconcesso il patrocinio, e l’Associazione Piceno Turismo particolarmente impegnata nell’abbinamento tra iniziative di carattere sportivo e quelle di carattere turistico e di conoscenza del territorio.

“L’obiettivo generale della proposta progettuale è quello di riuscire a incrementare l’attività fisica della popolazione, in particolare quella degli anziani. I risultati attesi dalla nostra iniziativa – concludono i rappresentanti dell’Associazione di volontariato Delta e dell’U.S. Acli Marche – sono quelli ad esempio di prevenire con l’attività fisica le fratture o il deterioramento microstrutturale dello scheletro, ridurre la frequenza e l’impatto delle cadute, prevenire il rischio di emarginazione sociale degli anziani affetti da cadute, migliorare e mantenere una buona attività cardiorespiratoria”.
Nel corso del progetto sono poi previste camminate a tema da svolgere presso parchi naturali o centri cittadini, camminate da abbinare ad altri eventi di carattere culturale, ricreativo o religioso ma anche incontri con medici sui temi dell’alimentazione per i partecipanti al progetto”.

Dopo la pausa natalizia e di fine anno le camminate riprenderanno regolarmente ogni martedì (dal 12 gennaio) a Centobuchi (in piazza dell’Unità con partenza alle ore 20,45) ed il venerdì (in piazza Cristo Re con partenza alle ore 20,45).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *