Gli auguri della grande famiglia IMAC

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Imac 23 dicembre 2014

CUPRA MARITTIMA – L’azienda, un contesto legato alla crisi di questi tempi, a difficoltà di ogni tipo, a litigi, a “guerre fredde”. A volte l’azienda è una grande famiglia, dove ognuno da il meglio, va avanti, nel rispetto reciproco. Titolari “padri” dei loro dipendenti che come dei veri genitori si preoccupano del loro lavoro, offrendo loro occasioni di svago, spensieratezza e momenti per stare tutti insieme, lasciando tutto alle spalle e mirando a testa alta nelle “rapide” della contemporaneità.

Questa è la filosofia dei fratelli Mazzocconi, titolari di una delle più importanti aziende del Piceno, forse attualmente la più importante, la Imac. Un’azienda del settore calzaturiero, che raccoglie i marchi Primigi e Igi&co nota in tutta Europa. Trent’anni di partecipazione collettiva, che ne fa uno degli emblemi del Piceno nel mondo.

Dal 1991, tutti i dipendenti si raccolgono assieme per la tradizionale festa di Natale, che per il 2014 ha avuto come location la discoteca BB a Cupra Marittima, di proprietà dei fratelli Iacoponi.

Una serata del 23 dicembre all’insegna della comicità magica, con Ivan Cipolloni, Padre Gianfranco Priori detto “Frate Mago”, priore del Santuario della Madonna dell’Ambro di Montefortino (FM) e Rocco Borsalino. Uno spettacolo presentato dalla bravissima Manuela Cermignani e organizzato dall’agenzia Lido Degli Aranci.

Un momento di gioia in cui sono stati premiati i dipendenti Raffaella Bollettini, Donatella Mori, Luisella Moscardelli, Tiziana Perozzi e Pieramici Elvio, che hanno raggiunto il traguardo dei trent’anni di lavoro in azienda. A loro sono andati un assegno del valore di duemila Euro e una targa ricordo dai vertici dell’azienda.

Inoltre, dei babbi natale hanno consegnato dei regali a tutti i bambini e teenager figli dei dipendenti dell’Azienda.

“Un’azienda che fa i fatti con pochissime parole grazie a voi”, sono state le poche e significative parole del Presidente Renato Mazzocconi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *