Valtesino, dopo 30 anni gli ex alunni si ritrovano insieme

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

L'Ancora (086) - 02 - Agli alunni di 30 anni fa, la vita è bellaL'Ancora (086) - 03 - Agli alunni di 30 anni fa, la vita è bella L'Ancora (086) - 04 - Agli alunni di 30 anni fa, la vita è bella L'Ancora (086) - 05 - Agli alunni di 30 anni fa, la vita è bella

VALTESINO – Quel giorno in cui è suonato il telefono ed è arrivato quel messaggio molti di noi sono rimasti increduli: “Ciao a tutti. Volevo creare un gruppo per noi che abbiamo frequentato le elementari insieme per poterci rivedere magari anche con la Maestra”.

Siamo sinceri… Molti di noi hanno letto con incredulità questo messaggio. Alcuni lo hanno forse snobbato all’inizio, altri sono rimasti impressionati pensando agli anni ormai passati da quei tempi.

30 anni e poco più per noi ragazzi nati nel 1977 che abbiamo frequentato la Scuola Elementare Molino in Valtesino di Ripatransone negli anni dal 1983 al 1988 guidati dalla nostra cara Maestra Renata De Angelis (nella foto dei tempi delle Elementari in prima fila, Gianni Ciarrocchi, Adriano Vagnoni, Massimo Spaccasassi, Monia De Angelis e Cinzia Ascani. In seconda fila, Andrea Prischi, Andrea Vagnoni, Giampiero Carboni, Alessio Rubicini, Gabriella Narcisi, Massimo Pasqualini. Dietro al gruppo, la Maestra Renata).

Alla fine tutti dobbiamo dire che è stato bello e veramente emozionante rivedersi tutti insieme (o quasi tutti) a pranzo Domenica 7 Dicembre 2014 per rivivere un po’ tutti quei ricordi e quelle sensazioni di quando eravamo bambini e che hanno fatto da fondamenta per la nostra vita di oggi che siamo diventati grandi.

E alla fine della giornata insieme la sintesi di tutte le emozioni vissute non poteva che farla la nostra cara Maestra Renata con questa sua poesia che ha donato a ciascuno di noi:

 

Oggi rivivo un po’ del mio passato

quando nell’aula impartivo lezioni

a voi ragazzi assai vivaci e buoni

che qualche volta ho rimproverato.

 

La vita è bella quando ci fa dono

del ricordo delle persone care,

quando il dolore fa dimenticare

concedendoci affetto vero e buono.

 

Non ho dimenticato i vostri nomi

e nemmeno la vostra irrequietezza,

però ricordo pure la prontezza

con cui apprendevate le nozioni.

 

La vita è bella anche a novant’anni

perché si ha più tempo per pensare,

per gioire e per fantasticare

sui fatti accaduti in tanti anni.

 

Grazie, ragazzi, per il vostro invito;

mi date un po’ dell’antico vigore.

Intensa gioia sento nel mio cuore

e ricambio con l’augurio più sentito.

 

“Possiate avere lavoro ed agiatezza!

La vita sia per voi assai generosa;

vi faccia godere di ogni cosa,

e vi convinca della sua bellezza!”

 

Grazie a te, cara Maestra Renata, per i tuoi insegnamenti fatti non solo di nozioni ma anche di esempi di vita che, nonostante gli anni ormai passati, sono sempre ben impressi nel nostro cuore e che, oggi, tracciano il sentiero lungo il quale scorre la nostra vita.

Appuntamento alla prossima occasione, sperando che sia prima dei 40!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *