Il GRIS risponde: è peccato leggere i fondi del caffè?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

magiaDIOCESI – Abbiamo aperto una nuova rubrica con il GRIS diocesano.
Le domande possono essere inviate alla mail: gperottib@libero.it

La prima domanda: È peccato leggere i fondi di caffè?
L’arte di predire il futuro leggendo i fondi di caffè o caffeomanzia, è una tradizione magica che arriva dall’oriente. Si tratta di una forma di divinazione che deve fuggire e riprovare se è cristiana. Il divieto di ogni forma di divinazione lo troviamo nella Sacra Scrittura e precisamente nel libro del Deuteronomio 18,10ss. “Non si trovi in mezzo a te chi immola, facendoli passare per il fuoco, il suo figlio o la sua figlia, né chi esercita la divinazione o il sortilegio o l’augurio o la magia; né chi faccia incantesimi, né chi consulti gli spiriti o gli indovini, né chi interroghi i morti, perché chiunque fa queste cose è in abominio al Signore.”

Anche il CCC al n° 2115 si esprime molto chiaramente sulla divinazione e magia affermando che “il giusto atteggiamento cristiano consiste nell’abbandonarsi con fiducia nelle mani della Provvidenza, per ciò che concerne il futuro e a rifuggire da ogni curiosità malsana a questo riguardo”.  Consiglio di leggere anche l’articolo che segue (2116). Le pratiche divinatorie sono in contrapposizione all’accettazione della volontà di Dio e all’affidarsi esclusivamente a Lui che è il nostro creatore e sa custodirci. Inoltre,  deve sapere che attraverso la consultazione di ogni forma di divinazione si possono aprire le porte al maligno e alla sua azione straordinaria . Un anno fa una persona mi ha raccontato di alcuni fatti strani che accadevano in casa sua soprattutto la notte. Ho chiesto se era stata da qualche mago, e la risposta è stata negativa. Ho domandato se aveva assistito a sedute spiritiche, ma non vi aveva partecipato. Poi è ritornata e mi ha riferito che lei legge i fondi delle tazze del caffè.

Solo Cristo ha potere sulla nostra vita e sul nostro avvenire non certamente un po’ di caffè rimasto sul fondo di una tazzina. Le consiglio anche di leggere e meditare il salmo 23 “Il Signore è il mio pastore”.

Il GRIS (Gruppo Ricerca Informazione Socio-religiosa) è un’associazione riconosciuta della CEI, impegnata sin dalla sua costituzione a svolgere attività di pastorale della Chiesa cattolica di fronte alla sfida del Movimenti Religiosi Alternativi.

One thought on “Il GRIS risponde: è peccato leggere i fondi del caffè?

  • 12 dicembre 2014 at 00:42
    Permalink

    Ringrazio di cuore di condividere verità cosi importanti e ch io a mia volta possa fare ugualmente con quanti possibile

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *