“17 Festival” Centobuchi, quando la musica va oltre e diventa solidarietà..

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

1795873_750437545022387_949617144471474755_oMONTEPRANDONE – Tra pochi giorni tornerà a Centobuchi il 17Festival.

Il festival nasce da un’ idea di Massimo Croci: sensibilizzare i giovani alla solidarietà utilizzando la musica e non solo.
La manifestazione sarà un mix di eventi culturali che ruoterà intorno a una serie di concerti di varie band, fra cui i 99 Posse e gli The Zen Circus.
Il ricavato delle tre serate sarà devoluto interamente all’AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie – linfomi e mieloma) di Ascoli Piceno.
Mi spiega il motivo della nascita del festival l’ideatore Massimo Croci a cui ho chiesto:

Cosa ti ha spinto a dar vita al 17festival?
L’idea del festival nasce da un evento tragico che ha colpito la mia famiglia ovvero la perdita, a causa di una leucemia, di mia moglie Marzia. Noi due amavamo molto la musica. Un giorno, diversi mesi dopo la sua scomparsa, mentre parlavo di lei e di musica con  alcuni amici, ho pensato di dar vita, in suo ricordo, ad un festival musicale il cui ricavato sarebbe stato donato all’AIL. Così, da un evento triste e doloroso, è iniziato qualcosa di bello…

Quest’anno si svolgerà la terza edizione, come si sono svolte le precedenti?
La prima edizione era incentrata solo sulla musica. Dallo scorso anno, i miei collaboratori ed io, abbiamo pensato di arricchire il festival con esposizioni di arti figurative realizzate anche con  i ragazzi delle scuole elementari e medie di Centobuchi.  L’obiettivo perseguito con  questo allargamento è quello di  far avvicinare , con un gesto concreto, i più piccoli alla realtà della solidarietà , sperando di trasmetter loro questo valore. Abbiamo creato un semplice concorso intitolato “La musica è vita”: ogni ragazzino ha prodotto un elaborato visivo e il migliore è stato premiato facendolo diventare la locandina di questa terza edizione. Il concorso verrà riproposto anche in questa edizione e il vincitore vedrà il suo disegno utilizzato per realizzare la  locandina del prossimo anno. Ci teniamo molto a coinvolgere i ragazzi perché sono loro il futuro e, molto spesso, sono più sensibili di noi adulti.

Quest’anno.. cosa bolle in pentola?
Quest’anno il festival durerà tre giorni. Dal 18 al 20 dicembre. Il primo giorno,  presso la sala Giovarti a Centobuchi verranno proiettati, in collaborazione con l’associazione Frammenti di Appignano alcuni cortometraggi aventi come tema il sociale.
Il 19, invece, saremo al centro intermodale Marconi. La mattina, in collaborazione con l’Avis, ci sarà la premiazione dei ragazzi del concorso2014. Interverrà  un artista di fama nazionale che farà disegni con la sabbia. La sera dopo le 21, inizieranno i concerti. Saranno sul palco i 99 Posse, gli Aber dean, e i Nu Bohemien.
Sabato 20 ospiteremo i ragazzi organizzatori del “primo maggio di Taranto” che si esibiranno con una piccola band  Poi saliranno sul palco i Fast Animals and Slow Kids e concluderemo la serata con i “The Zen Circus”.

Due motivi per partecipare al festival?
Solidarietà e cultura. E’ l’occasione per arricchire la propria cultura e, contemporaneamente, aiutare gli altri con un piccolo gesto di solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *