Ripatransone, corale in festa per Santa Cecilia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

10818422_10204123111296626_6326477483408199991_o untitled 1398347_10204123597868790_7299964419746663284_o 1486061_10204123538867315_2905315014646471017_o 10750458_10204123530627109_301725410441502012_o

di Alessio Rubicini

RIPATRANSONE – Anche quest’anno il Duomo di Ripatransone ha fatto da cornice alle manifestazioni organizzate dalla “Corale Madonna di San Giovanni” in occasione della Festa di Santa Cecilia, patrona della Musica, dei Musicisti e dei Cantori.

La Corale ripana, diretta da Nazzareno Fanesi con la collaborazione della pianista Laura Michelangeli, ha festeggiato la patrona della Musica nel tardo pomeriggio di Sabato 22 Novembre, giorno della sua memoria liturgica, animando dapprima, la Messa Vespertina celebrata dal Parroco di Ripatransone Don Domenico Vitelli e dal Vicario Parrocchiale Don Gian Luca Rosati durante la quale ha eseguito diversi canti polifonici.

Don Gian Luca ha salutato la Corale ricordando come la musica e il canto siano sempre stati il mezzo con cui l’uomo, in ogni occasione della propria vita, esprime la propria gioia, il proprio desiderio di vivere ed, in particolare, la propria lode ed il proprio ringraziamento a Dio per le benedizioni che da Egli riceve. Don Gian Luca, poi, ha ricordato come questo profondo significato della musica si sia ultimamente un po’ perso a causa dei ritmi sempre più frenetici della nostra quotidianità ed ha concluso invitando tutti ad ascoltare il Concerto che la Corale avrebbe offerto al termine della Messa.

La Corale “Madonna di San Giovanni”, ha offerto ai presenti un breve ma ricco concerto, proponendo brani di polifonia sacra, profana senza tralasciare il folklore.

L’esibizione si è aperta, infatti, con la lauda “A Santa Cecilia” di Davide Liani (1921 – 2005), per omaggiare la Santa nel giorno della sua festa, che trae ispirazione dall’antifona di introito della messa per tale ricorrenza. I presenti, poi, hanno potuto ascoltare la vivacità del lied di Mozart “Oh quant’è bello seder qui insieme”, la poesia di “Improvviso” e “Apri la porta” di Bepi de Marzi, la piccante villanella “Io ti vorria contar la pena mia” di Orlando di Lasso e la maestosità della “Corale Finale” della Cantata n. 147 di Bach seguita dalle gioiose note di “Ode an Die freude”, l’Inno alla Gioia di Beethoven.

La Corale di Ripatransone ha concluso il proprio concerto con “Exultent Caeli” (dal Vespro della Beata Vergine) di Claudio Monteverdi.

Presenti tra il qualificato e numeroso pubblico diverse autorità locali tra cui il Presidente Provinciale dell’Anbima Prof. Arsenio Sermarini, il sindaco di Ripatransone Prof. Remo Bruni, il Vice Sindaco Ing. Alessandro Lucciarini, i Consiglieri Comunali Paolo Polidori, delegato alla Cultura ed Alessandro Ricci che, anche quest’anno hanno voluto omaggiare le coriste presenti e la pianista con un dono floreale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *