VIDEO Grottammare, un cane di travertino per una spiaggia a quattro zampe

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Donato GentiliNella foto, Donato Gentili e la sua scultura alta 2 metri.

GROTTAMMARE – Grottammare, spiaggia a meridione del torrente Tesino. Il cielo è grigio, umido, tipico più d’inizio novembre che dei suoi ultimi giorni.

Dal 28 novembre, come in una grande famiglia, un cane sorveglia il mare, i suoi abitanti e quelli che di giorno o di notte, in macchina, a piedi o in bicicletta affrontano per diletto o per lavoro il lungomare Alcide de Gasperi.

Non è un cane che con l’abbaiar può anche spaventar, ma un cane forte, silenzioso quanto guardiano di fatica e identità, un cane di travertino.

Con tanta fatica, Donato Gentili, figlio di Carlo e della nostra giornalista Susanna Faviani, ha realizzato questa bellissima scultura che rappresenterà il punto di partenza per una spiaggia che a partire dalla prossima estate, sarà interamente dedicata ai nostri amici a quattro zampe.

Tale spiaggia, denominata “Dog Beach”, è un’idea dell’associazione 43esimo parallelo presieduta dal collega de Il Resto del Carlino Marcello Iezzi,  che ha convocato la stampa rivierasca nella sua interezza nel corso della mattinata del 28 novembre per presentare anche altre iniziative.

Il ristorante San Martino ha ospitato la conferenza stampa di presentazione della mostra fotografica itinerante “oltre il 43esimo Parallelo” del fotografo Anselmo Josè Buonamici, che ripercorre le tappe che hanno portato alla realizzazione del Dream Point ubicato lungo il percorso ciclopedonale Grottammare-Cupra Marittima.

La mostra, visitabile presso i locali del ristorante dal 28 novembre al 31 dicembre, è un occasione per ammirare le foto del Buonamici, incentrate su arte, territorio, natura e paesaggi.

Alle conferenze ha presenziato anche il Sindaco Enrico Piergallini che ha sottolineato l’importanza della collaborazione tra Associazione 43esimo Parallelo e Comune di Grottammare per la realizzazione in città di opere pubbliche e di attività culturali. Un modello collaborativo meritevole di utilizzo in qualsiasi realtà.

Infine, le presentazioni della mattinata – culminate da un ricco buffet a base di prodotti enogastronomici del territorio – hanno visto la presenza dei membri dell’Associazione: Luigi Santori, Giuseppe Marcozzi e Filippo Olivieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *