Pessimo primato per l’Italia, tra le prime nel consumo di eroina in Europa

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
Carabinieri - sequestro di droga
Carabinieri – sequestro di droga

I decessi per droga correlati che si sono registrati nel 2013 sono 344, di cui 308 maschi e 36 donne. L’età media è di 38 anni per la cocaina, mentre di 40 anni per l’eroina. Il 42,4% dei decessi è stato ricondotto all’eroina, nell’8,4% alla cocaina, mentre nel 3,8% al metadone.

I nuovi utenti in trattamento presso i Servizi per le tossicodipendenze hanno un’età media di 34,2 anni. L’Italia è tra i paesi europei con il più elevato numero di utenti in trattamento con età superiore a 39 anni, in Europa il 15,3% mentre in Italia il 31,3%. Altro dato interessante mentre in Europa le persone in trattamento tra i 15-19 anni sono 17,4% in Italia sono solo 8,8%.

Le sostanze primarie maggiormente consumate dagli utenti in trattamento risultano essere gli oppiacei (71,5%), la cocaina (16,9%) e la cannabis (10,0%).

In Europa si consuma meno eroina che in Italia il 71,5% contro il 47,7%, mentre il dato sulla cocaina è pressoché uguale 16,9% contro il 14,4% e un consumo nettamente inferiore di cannabis il 10% contro il 26,3%.

Nel 2013 i detenuti negli istituti penitenziari per violazione dal DPR 309/90 rappresentano il 32,1% dei totali ingressi in carcere. 59.390 è la popolazione carceraria totale di cui 19.069 sono gli ingressi per violazione 309/90. La percentuale dal 2001 al 2013 è rimasta pressoché invariata 2001 34,9% – 2013 32,1 %

Fonte dati:
Relazione annuale al parlamento sull’uso delle sostanze stupefacenti e sulle tossicodipendenze in Italia 2014.  Ministero per le riforme costituzionali e i rapporti con il parlamento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *