Grottammare, proiezione del film documentario (In)Visible Cities

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Film

GROTTAMMARE – In occasione della Giornata Mondiale della Tolleranza, Tandem Associazione Interculturale Onlus in collaborazione con il Comune di Grottammare, promuove la proiezione del film documentario (In)Visible Cities il 14 novembre alle ore 21,15 presso la Sala Kursaal di Grottammare . Alla proiezione saranno presenti i registi Gianpaolo Bucci e Beatrice Ngalula Kabutakapua.

Il film costituisce la prima parte di un progetto più ampio e in progress: investigare le realtà e le storie delle comunità della diaspora africana nel mondo.
Tredici sono le città che gli autori hanno scelto di “svelare”, da Buenos Aires a Tokio. Ogni città custodisce e
nasconde un quartiere abitato da migranti africani che, con il tempo, ha assunto la fisionomia di un’enclave etnica. Il lavoro, interamente autofinanziato dai migranti stessi, prende avvio nel marzo del 2013 a Cardiff, per proseguire a Los Angeles, New York e Istanbul. Attraverso un montaggio frenetico accompagnato dal ritmo incalzante delle percussioni africane, le città si mostrano nella loro specificità, accogliendo storie d’amore, di successi lavorativi, di problemi identitari. Si tratta di un viaggio genuino nelle case di cantanti, CEO, attivisti, persone comuni, persone giovani, anziane, felici, con problemi, ricche e povere. Il film costituisce un frammento delle grandi narrazioni migratorie contemporanee, per aprirsi a quelle esperienze universali fatte di partenze, diversità, nostalgia, costruzione del nuovo.

Il film è stato o sarà presentato:
• al Verona Film Festival;
• al Museo Diffuso della Resistenza, in collaborazione con il Centro Piemontese di Studi Africani e con la partecipazione di Ottobre Africano – 30 ottobre Torino;
• alla Prima Conferenza Nazionale “COSMOCITY – Migrazioni, Religioni e Città Interculturali”, 23 ottobre 2014 – presso Campidoglio;
• alla XII edizione di “Ottobre Africano ∙ Italia, Intercultura, Futuro” – Roma, 9 ottobre 2014;
• al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia 2014;
• al 18th Street Arts Center di Los Angeles;
• al Seoul International Film Festival.
(In)visible Cities è vincitore del Premio Melograno della Fondazione Nilde Iotti – 2013.

Si tratta di un’occasione molto importante anche per il nostro territorio in quanto il film sarà proiettato solo nelle città più grandi d’Italia per poi raggiungere le più grandi città d’Europa.

Ingresso: 4 euro. Parte del ricavato andrà a favore di Tandem Associazione Interculturale Onlus, che opera all’interno delle scuole, delle amministrazioni pubbliche e sul territorio con iniziative volte alla prevenzione dei fenomeni di discriminazione e razzismo, alla diffusione delle culture e alla contemporanea crescita interculturale della società. Tandem, inoltre realizza attività e progetti che favoriscono l’inclusione, l’acquisizione di conoscenze e competenze, nonché la partecipazione diretta ed attiva dei giovani in tutte le sue forme e a tutti i livelli.

Note sui registi:
– Angelo Gianpaolo Bucci è un film-maker concentrato su tematiche sociali e attivo in tutto il mondo. I suoi video sono stati proiettati al Med Film Festival e al MACRO Testaccio a Roma, al Clermont- Ferrand Short Film Festival, e all’IFCT di Washington. Ha realizzato una vasta gamma di progetti indipendenti, tra cui un lungometraggio distribuito nelle sale italiane. Recentemente si è trasferito prima a Londra, per collaborare con una fotografa dell’agenzia VII e una giornalista della BBC su reportage sociali e documentari; poi a Los Angeles, dove è stato invitato a una residenza per artisti presso il prestigioso 18th Street Arts Center. Al momento è co-produttore del documentario (IN)VISIBLE CITIES.
– Beatrice Ngalula Kabutakapua, giornalista freelance, è nata in Italia ma ha origini congolesi. Attualmente sta co-producendo una serie di documentari sui migranti africani nel mondo, (IN)VISIBLE CITIES. Ha collaborato con The Guardian, L’Espresso, Radio France International e BBC. Si è occupata di sviluppo internazionale, migrazione e diritti umani, lavorando per le Nazioni Unite e per l’ONG World Pulse. Ha vinto il Premio Melograno, assegnato dalla Fondazione Nilde Iotti, per (IN)VISIBLE CITIES nel 2014 ed è vincitrice del premio “Giornalista del mese” dell’International Journalists’ Network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *