VIDEO Come deve agire il Centro Missionario Diocesano nelle aree più povere del Mondo?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Missio

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il centro Missionario Diocesano ha lo scopo di sostenere e coordinare la pastorale missionaria sul territorio diocesano e in tutto il mondo.

Il principale responsabile della vita missionaria è il Vescovo, che agisce con gli altri settori pastorali nell’elaborazione e nell’attuazione del piano pastorale della Diocesi.

Il Centro Missionario predispone e realizza percorsi animativi e formativi volti a far riscoprire l’impegno missionario come realtà costitutiva della Chiesa, coordina le iniziative e le raccolte di offerte a carattere missionario promosse nell’ambito della Diocesi, dandone puntuale resoconto alla comunità ecclesiale locale e promuovendo la partecipazione della stessa alle collette missionarie a carattere universale.

Inoltre il Centro promuove la cooperazione con le altre Chiese del mondo, attività di collaborazione in progetti di evangelizzazione e di sviluppo. Il Centro è fondamentale nel contesto diocesano al fine di sensibilizzare i fedeli ai bisogni delle Chiese più povere e alle iniziative di solidarietà in loro favore.

In relazione a tale aspetto, ascoltiamo le parole di Italo Scoccia, Padre Comboniano, (leggi a tu per tu con il missionario Comboniano Padre Italo Scoccia)

“Il Centro Missionario Diocesano dovrebbe essere motore per questa sensibilizzazione della comunità cristiana nelle diverse Diocesi che possono anche sensibilizzarsi a delle necessità specifiche prioritarie quando si scopre che c’è un’emergenza, c’è sempre una risposta privilegiata.

Poi, in una società piuttosto indifferente, ci vuole certe volte il riferimento diretto, concreto, preciso, progetti ben definiti per poter scuoterci dal nostro letargo e il Centro Missionario Diocesano può utilizzare anche questo strumento di conoscenza di realtà particolari per motivare e per preparare questa sensibilità missionaria che poi dopo si riversa anche in tutte le altre direzioni della pastorale, perché la Diocesi o è missionaria o non è chiesa di Gesù Cristo.
Infine, il Centro Missionario Diocesano dovrebbe coinvolgere ed unire gli sforzi di tutti perché si possa essere più incisivi, perché la testimonianza di chi cerca di far bene possa animare ad altra persone”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *