La nostra Chiesa soffre immensamente in Iraq, Siria e Turchia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Siria“La nostra Chiesa soffre immensamente in Iraq, Siria e Turchia. Un nostro vescovo, Mor Gregorios Yohanna Ibrahim che partecipava sempre a questi convegni, è stato sequestrato 18 mesi fa assieme al Metropolita Ortodosso Boulos Yazigi, anche lui un amico del movimento dei Focolari. Non abbiamo più avuto notizie di questi due Vescovi. Viviamo questo periodo di estrema oscurità e persecuzione con una fede forte in Gesù crocifisso, abbandonato e risorto”.
Lo ha detto al Papa il metropolita siro-ortodosso Theophilose Kuriakose (Kerala, India), durante l’incontro tenuto questa mattina in Vaticano con 40 vescovi di diverse Chiese e 24 Paesi che stanno partecipando a Castel Gandolfo al 33° convegno ecumenico di vescovi amici del Movimento dei Focolari. “Partecipare a questo convegno mi fa sentire parte della famiglia dei Vescovi qui riuniti perché niente può separarci da Cristo e dal suo amore. Sono molto grato che Lei, Santo Padre, con una intensità straordinaria prega per tutti i cristiani e per tutti gli uomini e le donne, anche di altre religioni, che oggi vengono perseguitati o uccisi. Le Sue parole pubbliche – ha concluso – ci danno forza e coraggio. Chissà se nel Suo imminente viaggio in Turchia non avrà l’occasione di intervenire presso il governo per la liberazione di questi nostri fratelli Vescovi sequestrati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *