FOTO Al Museo del mare si è parlato di Adriatico “terra di mezzo”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
Museo del Mare 2 Museo del Mare 3 Museo del Mare
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Adriatico “mare di mezzo”, regione di confine tra est e ovest caratterizzata dall’incontro e dal confronto tra diverse civiltà e culture: è stato questo il tema sviluppato sabato 25 ottobre presso il “Museo del Mare” con l’iniziativa “I bambini e il mare Adriatico”.

Ad aprire la mattinata, Vittoria e Gilda Giuliani e Vittoriana Mattioli che, con il tipico costume delle donne sambenedettesi, hanno messo in scena una piccola rappresentazione in dialetto. Nell’occasione è stata anche presentata la pubblicazione, predisposta dall’Ufficio Cultura, contenente le schede descrittive di undici laboratori didattici e di un laboratorio sperimentale avente per oggetto specifiche giornate formative di cultura marinara. Questa pubblicazione è stata realizzata nell’ambito del progetto MUSEUMCULTOUR cofinanziato dal programma di cooperazione transfrontaliera IPA Adriatico – programmazione 2007-2013 (Ente Capofila Provincia di Ascoli Piceno).

Dopo il saluto di Paolo D’Erasmo, Presidente della Provincia di Ascoli Piceno, e di Margherita Sorge, Assessore alla Cultura del Comune di San Benedetto del Tronto, sono intervenute Lorella Bovara, funzionario della Provincia di Ascoli Piceno, coordinatrice del progetto “Museumcultour” (che ha spiegato come i musei possano e debbano avere un ruolo di primaria importanza per la definizione dell’identità adriatica), Anna Marinangeli, direttore dei Servizi per la cultura e il turismo del Comune di San Benedetto del Tronto, che si è soffermata sull’importanza della didattica museale, e Silvana Guardiani, insegnante esperta di didattica della storia che ha sottolineato l’importanza per il “Museo del mare” di incontrare gli alunni della scuola dell’obbligo per una diffusione capillare della cultura marinara.

Ileana Piunti, operatrice museale della Società Cooperativa Oikos, e Luigi Olivieri, biologo marino dell’Associazione “Museo Ittico Augusto Capriotti”, hanno illustrato alcuni laboratori che, personalmente, seguono all’interno del “Museo del mare” specificando per ognuno di essi l’oggetto, le peculiarità e le finalità.

La scrittrice, narratrice e giornalista, nonché curatrice della sezione didattica del Museo della Marineria di Cesenatico Elisa Mazzoli, il funzionario del Servizio Cultura della Regione Marche Marina Massa e la responsabile dei Servizi Educativi di “Giocamondo” Elisa Farina hanno raccontato le loro esperienze professionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *