Grande successo dei “Cammini Lauretani” nel cluster turistico “meditazione e spiritualita’”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ITC Loreto (97)

LORETO – Domenica 5 ottobre si sono concluse a Loreto, con grande successo, le iniziative di presentazione del programma “Il Turismo religioso nelle Marche: meditazione e pellegrinaggio nei luoghi di Fede e di Spiritualità”, promosso dalla Regione Marche, in collaborazione con la Conferenza Episcopale Marchigiana, l’Istao di Ancona e l’Associazione Via Lauretana.

Il Programma Regionale si propone l’obiettivo complessivo di “creare un percorso virtuoso di crescita e valorizzazione delle peculiarità spirituali regionali, collegate, attraverso i cammini lauretani e altre vie di pellegrinaggio come il cammino francescano, benedettino, cistercense e silvestrino, alla storia, alle tradizioni monastiche ed ai santuari marchigiani” .

In questo contesto, il Progetto DCE “Cammini Lauretani”, finanziato dalla stessa Regione Marche nel quadro del Bando Distretto Culturale Evoluto, si propone più specificamente l’obiettivo di valorizzare la spiritualità lauretana, il culto e la pratica del pellegrinaggio lauretano, come lievito per lo sviluppo ed il benessere del territorio, e si fonda, come autorevolmente ricordato da S.E. Mons Claudio Giuliodori, Presidente della Commissione Episcopale per la Cultura e le Comunicazioni sociali della Cei, sulla cooperazione tra mondo religioso e mondo laico, così stretta e felice da poter essere portata ad esempio.

Alla promozione dei Cammini Lauretani sono state dedicati gli eventi del 4 pomeriggio a Tolentino e del 5 mattina in Loreto, completando così il percorso del Programma “Il Turismo religioso nelle Marche: meditazione e pellegrinaggio nei luoghi di Fede e di Spiritualità”, iniziato il 3 pomeriggio a Fonte Avellana e proseguito il 4 mattina con l’inaugurazione dell’Eremo del Sasso.

L’incontro di Tolentino, tenutosi nella splendida cornice dell’Abbadia di Piastra, introdotto da S.E. Nazzareno Marconi (Vescovo di Macerata–Tolentino-Recanati-Cingoli-Treja) e da Giuseppe Pezzanesi (Presidente Associazione Via Lauretana), è stato coordinato da Raimondo Orsetti (Dirigente Servizio Internazionalizzazione, Cultura e Turismo, Regione Marche).
Sulla base della presentazione del Progetto e della Road Map per il riconoscimento dei Cammini come Itinerario Culturale Europeo, affidate al Direttore, Simone Longhi, ed al progettista, Giuseppe Ucciero, sono stati coinvolti esperti, uomini di chiesa, imprenditori e rappresentanti dei sistemi del territorio, in una riflessione congiunta sulle condizioni e le modalità attraverso cui i “Cammini Lauretani” potranno avere successo, concorrendo efficacemente al benessere del territorio.

Sulla relazione delicata ed essenziale tra valore del culto religioso e processi di sviluppo imprenditoriale, hanno portato importanti riflessioni e suggerimenti, Padre Giuseppe Santarelli (Direttore Congregazione Universale Santa Casa di Loreto), S.E. Mons. Paolo Giulietti (Vescovo Ausiliare Perugia), Mons. Mario Lusek (Direttore Ufficio Nazionale Pastorale tempo libero, turismo e sport della Cei), mentre sulla relazione tra spiritualità e paesaggio Lauretano è intervenuto Massimo Sargolini (docente Università di Camerino).

Sul lato imprenditoriale, si sono registrate voci all’insegna del grande interesse per le direttrici di sviluppo, anche in termini di nuove imprenditorialità giovanili, che i Cammini Lauretani possono generare.
La Tavola Rotonda, coordinata da Giovanni Gazzaneo (giornalista Avvenire e Resp. Rivista Luoghi dell’Infinito), ha visto la partecipazione dei sistemi di rappresentanza, nelle persone di Massimiliano Polacco (Direttore Confcommercio Marche Centrali) e di Ludovico Scortichini (Confindustria Turismo), di imprese con il contributo di Paolo Tedeschi (a.d. Artifex) e di Giuseppe Casali (a.d. Tecnostampa), dell’Università, presente nella persona di Roberto Sani (Docente Università Macerata), del mondo ecclesiale, rappresentato da Giuseppe Cucco (Responsabile Consulta Regionale C.E.M. Beni Culturali) e da Ermanno Calzolaio (Presidente “Comitato
“Pellegrinaggio a Loreto”), a cui infine si è aggiunta la voce di Giovanni Pattoneri (Segr. Gen. “Cammini d’Europa”).

L’evento è stato accompagnato e completato, grazie allo sforzo profuso dalla Regione e dai suoi dirigenti (Pietro Talarico e Mario Ruggini), da incontri mirati tra tour operator internazionali e locali, che si sono confrontati sulle opportunità turistiche lungo i Cammini Lauretani, e dalla presentazione delle Eccellenze di territorio, organizzate con grande impegno dai Comuni della Via Lauretana, e culminate con l’apprezzatissima degustazione del patrimonio enogastronomico locale.

Il Convegno del 5 ottobre in Loreto, tenutosi presso l’Aula Paolo VI del Palazzo Apostolico, è stato introdotto dal Presidente Gian Mario Spacca, che ha sottolineato l’importanza che la Regione attribuisce alla valorizzazione della rete formata dall’intreccio tra le innumerevoli testimonianze presso i luoghi religiosi e delle antiche vie di pellegrinaggio, tra cui i Cammini Lauretani, sottolineando la rilevanza del Santuario della Santa Casa di Loreto come luogo centrale, e per l’importanza del culto e per le ricadute del flusso dei visitatori.

Condivisione ed auspici sono state espressi nei saluti da Don Andrea Principini (Vicario Generale Delegazione Apostolica di Loreto) e di Paolo Niccoletti (Sindaco di Loreto), e dai numerosi e qualificati interventi successivi svolti da S.E. Mons. Claudio Giuliodori, Mons. Pasquale Jacobone (Pontificio Consiglio della Cultura), Renato Poletti (Vicepresidente Fondazione Mastrocola), e da Padre Giuseppe Santarelli (Direttore Congregazione Universale Santa Casa di Loreto), che hanno articolato il tema della spiritualità lauretana nella sua dimensione più squisitamente religioso – culturale, completando così le analisi ed i contributi presentati il giorno precedente a Tolentino,.

Gli eventi di Tolentino e Loreto hanno visto la folta e convinta partecipazione del territorio, registrando, con la presenza delle massime autorità istituzionali, tra cui il Presidente Gian Mario Spacca, l’autorevole presenza del mondo ecclesiale, con i saluti di S.E. Nazzareno Marconi (Vescovo di Macerata – Tolentino – Recanati – Cingoli – Treja), e di Don Andrea Principini (Vicario Generale delegazione Pontificia di Loreto), degli enti locali, delle istituzioni religiose, delle rappresentanze imprenditoriali, del mondo universitario e della cultura, oltre che delle fondazioni di territorio.

Unanimemente, oratori e partecipanti, è stato espresso grande apprezzamento per l’importante iniziativa regionale del cluster “Meditazione e Spiritualità” ed il determinato entusiasmo con cui il Presidente Gian Mario Spacca lo sostiene e ispira.

Altrettanto generale è stata la considerazione che i “Cammini Lauretani”, valorizzando con la Memoria del Pellegrinaggio Lauretano l’identità culturale più profonda dei luoghi, costituiscono una chance preziosissima per promuovere ragioni e premesse di un sempre più ampio benessere del territorio, coinvolgendone attivamente e rispettosamente tutte le componenti, consapevoli della strettissima relazione tra Bellezza del Creato e Lavoro dell’Uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *