Cattolici e politica

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
politicaContravvenendo alle ferree regole della casa che disciplinano questo spazio, oggi ci limiteremo a un semplice consiglio di lettura. Il filosofo cattolico Dario Antiseri ha scritto un articolo ospitato a pagina 29 del “Corriere della Sera”, dal titolo quanto mai chiaro e duro: “I cattolici e la politica. Una diserzione che tradisce l’Italia”. Sommario: “Irrilevanza. Orfani di un partito, i fedeli sono ormai insignificanti sul piano politico. Il mondo che si rifà alla Chiesa è ricco di risorse, ma gli intellettuali hanno seguito la strada di un’irresponsabile assenza”.
Sin qui la titolazione, ma il commento va letto perché opera un’interessante ricostruzione di quanto è accaduto fra Todi 1 e 2, cioè i due appuntamenti del mondo cattolico a cavallo fra la grande crisi del Berlusconismo e la nascita del governo Monti. Una ricostruzione, quella del professor Antiseri, difficile da smentire. Mancano solo i nomi e i volti dei protagonisti. Nel bene e nel male. Una rilettura comunque interessante, per chi voglia tornare a riflettere sulla presenza politica dei cattolici in Italia nell’era di Papa Francesco, della misericordia e dell’ospedale da campo “in cui sanare le ferite e riscaldare i cuori”. Buona lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *