Ripatransone, festa della Rocchetta in onore della Madonna delle Grazie

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Rocchetta

Di Silvio Giampieri

RIPATRANSONE -Da qualche anno a questa parte l’amministrazione comunale di Ripatransone in collaborazione con un gruppo di volenterosi abitanti del quartiere di Monte Antico ha ripristinato l’antica festa della Rocchetta.

Essa si teneva la Domenica di Settembre più vicina all’ 8, giorno in cui la chiesa ricorda la Natività di Maria essendo questo festeggiamento in onore della Madonna delle Grazie.

Il termine “Rocchetta” deriva forse dal fatto che questa zona della città si trova arroccata a strapiombo sulla vallata circostante e davanti la porta d’accesso ci fosse una piazzaforte pentagonale ancora in parte visibile. Ivi nella chiesa di Santa Maria della Valle (così denominata perché sorge nell’avvallamento tra due colli) si trova un’antica immagine della Vergine con Bambino, San Giovannino e Santa Caterina d’Alessandria che fu donata secoli or sono dall’amministrazione comunale alla Confraternita del Gonfalone perché la conservasse nel suddetto edificio sacro. Tale opera è ancora allo studio da parte degli esperti di storia dell’arte per un’adeguata attribuzione e datazione precisa.

Negli anni precedenti al programma religioso è stato affiancato un intrattenimento in piazza con giochi popolari, concerti, sfilate di abbigliamento e stands gastronomici. Quest’anno vista la concomitanza, dovuta ad esigenze di calendario, con la festa del Trivio, il programma ricreativo è consistito in un concerto in chiesa nella serata di Sabato 6 settembre, dal titolo “Spazio Giovani interpreti” nell’ambito della XIX Rassegna Concertistica Picena (leggi l’articolo di Janet Chiappini) con la Direzione Artistica di Clementina Perozzi.

Circa il programma religioso è da segnalare l’Adorazione Eucaristica avvenuta nella serata di Lunedì 8 Settembre e la recita della preghiera appositamente scritta per la Madonna delle Grazie di Ripatransone dall’allora Vescovo Mons. Gervasio Gestori nel 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *