VIDEO: Pellegrinaggio interdiocesano U.N.I.T.A.L.S.I., le parole di Don Vincenzo Catani

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

20140828150952(2)

Nella foto, Don Vincenzo Catani all’ingresso della Basilica Inferiore di Loreto

LORETO – Fino a domenica 31 agosto Loreto sarà sede del pellegrinaggio interdiocesano U.N.I.T.A.L.S.I, che vede coinvolte le sezioni delle Diocesi di San Benedetto e di Ascoli Piceno. Ascoltiamo le parole di chi ha sempre seguito le vicende unitalsiane della Chiesa Truentina, il Parroco di San Pio X in San Benedetto del Tronto Don Vincenzo Catani. Lo abbiamo intervistato venerdì pomeriggio all’ingresso dei pellegrini alla basilica inferiore di Loreto per il Santo Rosario. Ecco le sue parole:

“Siamo circa duecento e più persone che per tre giorni vivono intensamente un momento di grande esercizio spirituale: preghiera, carità, anche riflessione. E’ per noi un appuntamento annuale da non perdere, è una ricarica spirituale, è un momento magico della nostra vita spirituale perché qui c’è un luogo dove c’è una madre che ci attende e che ci porta a Cristo suo figlio e qui viviamo i sacramenti, qui abbiamo abbondanza di parola, qui abbiamo anche una relazione umana molto più profonda di quanto pensiamo, quella relazione umana che spesso manca nelle nostre case, nei nostri quartieri, nelle nostre città.

Qui c’è un’apertura alla fraternità con molto volontariato, specialmente molti giovani sono qui con noi a dare una manifestazione di vera fraternità e di consapevolezza che la sofferenza non è da emarginare ma è da convivere, da vivere insieme ed è da prendere come momento di stupenda fraternità.

Saremo qui per tre giorni. Torneremo domenica mattina nelle nostre case. Abbiamo un programma ben preciso, avremo la visita dei nostri Vescovi Diocesani e abbiamo un programma molto fitto di preghiera e d’incontri e anche momenti di riflessione d’arte in questo scrigno di arte che è proprio la Basilica di Loreto. Speriamo che tutti noi possiamo tornare a casa rinsaldati nella fede, quasi riconfortati perché dobbiamo camminare ancora, ogni giorno camminare, insieme a Maria e insieme a Cristo Signore nella Comunità Cristiana“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *