La Compagnia dei Folli e Castignano insieme per “fare” Templaria insieme a tutti quelli che vi partecipano

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CASTIGNANO – Tante novità nell’edizione di Templaria 2014, esposte nella conferenza stampa tenutasi ad Ascoli Piceno, a Palazzo dei Capitani, dove sono intervenuti il presidente della Pro Loco di Castignano, ente organizzatore dell’evento, Giuseppe Benigni, il sindaco di Castignano Fabio Polini e il presidente della Compagnia dei Folli, Carlo Alberto Lanciotti.

La conferenza stampa congiunta della Compagnia dei Folli e di Templaria Festival nasce dalla volontà di festeggiare insieme due ricorrenze importanti nella storia delle due realtà artistiche: il trentesimo anniversario della prima e il venticinquesimo della seconda, nel palcoscenico di Templaria, a confermare un sodalizio che li ha visti più volte collaborare e crescere insieme: se entrambe, a buon diritto, possono essere considerate oggi due delle migliori espressioni del territorio piceno a livello nazionale ed internazionale è anche grazie alla reciprocità in campo artistico.

E proprio in occasione di questa ricorrenza, durante Templaria, la compagnia dei Folli presenterà a Castignano due spettacoli, Air, appositamente creato per Templaria, e Fire, a richiamare il tema dell’aria e del fuoco e ogni serata, culminerà con una sorpresa,a celebrazione dei due anniversari e del fatto che la crescita ci ha portati ad essere segnalati da molti come le due realtà che meglio interpretano il territorio” dice  il presidente Lanciotti.

Templaria, d’altronde è una delle poche manifestazioni che non ha subito un calo di interesse da parte dell’opinione pubblica e dei partecipanti e la chiave di ciò sta nella partecipazione e nell’entusiasmo della popolazione locale che tutta, ne contribuisce alla riuscita.

Ed infatti, “a Templaria non si va per vedere uno spettacolo, ma si va per partecipare ad esso, Templaria è una manifestazione che va vissuta. Noi a Castignano diciamo che facciamo Templaria”.

Così esordisce il presidente della Pro Loco, Benigni, prima di illustrare le peculiarità del Festival: non si tratta di una rievocazione storica ma di una manifestazione medievale e si tratta di un Festival in cui la componente culturale è fortemente identitaria. Lo dimostra la presenza in conferenza stampa della consulente storica Claudia Benigni che, nell’individuare il tema dell’edizione 2014, ha circoscritto il periodo di riferimento al ‘200 e alla vita di Castignano in quel secolo.

Quest’anno Templaria viene maggiormente incontro alle famiglie con prezzi ridotti per ragazzi dai 12 ai 16 anni e ingresso gratuito fino ai 12 anni e viene incontro alle esigenze dei tanti turisti nella Riviera delle Palme, che potranno usufruire di un bus navetta per partecipare a Templaria al costo di 3 euro A/R.

E l’aspetto dello sviluppo turistico di tutta l’area picena è essenziale per le politiche pubbliche del comune di Castignano, come sottolinea il sindaco, Fabio Polini, “Templaria vuole essere un volano di sviluppo per l’intero territorio ed in questa direzione vanno i contatti che stiamo avendo con la città di San Giovanni d’Acri, seppure con i dovuti accorgimenti per via della situazione internazionale. Per istituire un ponte di flussi turistici, commerciali ed economici, stiamo coinvolgendo tutti gli stakeholders del nostro territorio, affinchè Castignano e Templaria siano la leva di un fenomeno da cui tutte le Marche possano beneficiare”.

Templaria presenta quest’anno importanti elementi che lasciano prevedere di nuovo un gran successo di pubblico ed insieme alla Compagnia dei Folli va a suggellare un’intesa che rafforza il “brand” di entrambi e – di riflesso – del territorio,  a dimostrazione che nel Piceno e nelle Marche si hanno degli esempi che, con il passare del tempo si rafforzano sempre di più, grazie alla loro capacità di rinnovamento, all’impegno, al talento e alla dedizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *