A 50 anni la LEV ripropone “Ecclesiam suam”, firmata da Papa Montini il 6 agosto 1964

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

262_paolovi1[1]

Mentre si approssima il 50° della pubblicazione della prima lettera enciclica di Paolo VI, “Ecclesiam suam”, firmata da Papa Montini il 6 agosto 1964, la Libreria Editrice Vaticana ripropone questo documento, con una prefazione di monsignor Ettore Malnati, vicario per il laicato e la cultura della diocesi di Trieste. “Una ‘carta programmatica’ dello stile del suo ministero petrino”, la definisce Malnati, che enuclea le “tre attenzioni” che si prefigge Paolo VI: “La contemplazione della Parola di Dio, del popolo cristiano e del mondo”.
“Il Pontefice – aggiunge monsignor Malnati – vuol richiamare che il fine, per cui Cristo ha voluto la Chiesa quale presenza nella storia di una maternità spirituale ed una ‘madia’ aperta per chi attende e vuole salvezza, sussiste in modo completo nella Chiesa cattolica. In tal modo Paolo VI richiama che questa casa comune e luogo dove l’uomo incontra Dio come Padre è sgorgato dalla volontà di Cristo ed è Lui dunque che le offre quelle potenzialità sacramentali di cui la Chiesa è foriera.
Ma il Pontefice vuole richiamare anche che è necessario imitare e ripresentare nella storia lo stile che fu del Verbo incarnato: dialogare con ogni uomo e tutto l’uomo perché possa esser nella verità e svolgere la sua missione di presenza attenta ed avveduta a favore non solo dell’umanità, ma di tutto il creato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *