FOTOGALLERY Si conclude il CRE/GrEst ASD S.Giuseppe: entrare, custodire, costruire ed uscire

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTOAnche nella parrocchia S. Giuseppe, animata dai PP. Sacramentini, ha concluso il suo il CRE Sportivo (CRES) che è terminato il 25 luglio.
Due sono state le proposte, accomunate dallo stesso tema, che ha avuto come titolo Piano Terra. E venne ad abitare in mezzo a noi.
I destinatari sono stati i bambini/ragazzi di età compresa tra i 7 e i 12 anni, provenienti anche da altre parrocchie.
Essi hanno svolto le attività tra il cortile dei Sacramentini – nel quale hanno vissuto le fasi dell’accoglienza, del gioco libero, della spiritualità, dei laboratori espressivi, del supporto didattico, come se si entrasse a casa di Qualcuno che ci attende ogni giorno (“Be Home”) – e la strada (cacce al tesoro/orienteering), i parchi pubblici di via Montello/Formentini con annesse strutture sportive (giochi a squadre/attività propedeutiche alla polisportività). Questo movimento tra il “dentro” e il “fuori”, tra la chiesa e la strada/territorio dove abita la gente, richiama i quattro obiettivi del tema, ovvero “entrare”, “custodire”, “costruire” ed “uscire”: sono azioni/atteggiamenti per “abitare” la propria “terra” insieme agli altri, così come ha fatto Gesù sin da bambino fino alla pienezza della sua vita, seguendo un progetto di Amore al Padre e all’umanità, nella quale si è incarnato. La proposta estiva, giunta alla 10ª  edizione, è stata progettata e realizzata dall’ASD S. Giuseppe:

«Abbiamo iniziato questa esperienza nel 2005 – dice Alfredo De Berardinis, responsabile della Formazione rielaborando la proposta “E… state Insieme” che era stata lanciata sin dal 1985 da P. Silvano e Fra’ Severino, all’interno dell’Oratorio Padri Sacramentini (ORPAS)  e che rischiava di rimanere solo un ricordo nostalgico, in quanto la parrocchia, per mancanza di responsabili e animatori, non riusciva ormai da anni a ri-organizzare. Con lo scopo di tutelare il nuovo progetto estivo denominato CRE/GrEst, garantendone nel tempo la continuità e la stabilità a prescindere dalle vicissitudini parrocchiali, la proposta è stata assunta in pieno dall’ASD S. Giuseppe, costituitasi nel 2006 come Circolo Parrocchiale Culturale Sportivo grazie al sostegno dell’allora parroco P. Gabriele e del vice P. Agostino. Le nostre attività non si limitano soltanto al periodo estivo, ma da settembre a maggio, con frequenza settimanale, proponiamo due percorsi propedeutici al calcio a5 per bambini/ragazzi dai 6 ai 16/17 anni e alla pallavolo femminile/maschile dai 10 ai 14 anni. Ad integrazione dello sport, come strumento educativo, si affiancano il supporto didattico pomeridiano e l’attività teatrale con la “Compagnia dei Criceti”, in collaborazione con l’Associazione Culturale “In-Divenire”. Per gli adolescenti e i giovani universitari si promuovono itinerari di formazione esperienziale alla vita di gruppo e all’animazione dei centri estivi. Le proposte sono coordinate con l’anno pastorale/catechistico e il parroco, P. Valerio, garantisce la formazione spirituale. Abbiamo stipulato, inoltre, delle convenzioni con le Scuole Primarie S. Giovanni Battista, per l’animazione della ricreazione, e con la G. Moretti per il tempo pieno. Tutte le attività associative sono similari a quelle promosse da un oratorio ed, inoltre, hanno una marcata propensione territoriale ».

Del Gruppo Estivo Animazione (Gr.Est.A.) fanno parte assistenti/animatori dai 14 ai 18 anni, che vengono formati nei mesi precedenti per essere abilitati a svolgere un servizio volontario di animazione educativa: «I primi anni siamo stati ospitati dalla diocesi di Bergamoracconta Francesca, responsabile dell’animazione, laurea triennale in Psicologia e veterana del Cre/GrEst – abbiamo iniziato nel 2006, con il primo campo itinerante: avevamo appena 13 anni, venimmo scelti in dodici e coinvolti in diversi oratori bergamaschi. Questi campi si sono ripetuti per 3 anni, con la partecipazione di nuovi adolescenti. E’ stata un’esperienza fondamentale: formativa, ricca e completa perché siamo entrati in contatto con una realtà diversa dalla nostra dalla quale abbiamo imparato molto».

Accanto al Gr.Est.A. c’è un’èquipe di responsabili, formatori e coordinatori, in gran parte universitari, dai 19 ai 30 anni, che hanno acquisito esperienze e competenze varie negli ambiti dello sport, dell’animazione educativa e del supporto didattico ad integrazione dell’iter scolastico.

Le spese di gestione delle attività estive, da giugno a luglio, sono totalmente a carico dell’ASD S. Giuseppe, attraverso le diverse quote di iscrizione settimanali. Esse comprendono: la copertura assicurativa al CSI, il kit di abbigliamento, il CD multimediale, le spese per le attrezzature sportive e i materiali dei laboratori, l’affitto dei campi e della palestra, le spese per le comunicazioni promozionali e la segreteria organizzativa, le spese per le eventuali utenze alla parrocchia. Quest’anno si sono applicati ulteriori sconti per le famiglie che hanno bambini che frequentano le attività associative sportive e teatrali ordinarie. Gli eventuali utili vengono re-investiti ogni anno per la formazione permanente degli assistenti/animatori e per i premi da assegnare loro al termine dell’attività, come, ad esempio, buoni acquisto per testi scolastici. In questo modo gli adolescenti vengono responsabilizzati ulteriormente ed educati a valorizzare il servizio anche come opportunità per sostenere, seppur parzialmente, le proprie spese scolastiche o di altro genere. L’associazione, pur non ricevendo finanziamenti pubblici/privati per l’attività estiva, ha garantito sempre anche il supporto a famiglie in difficoltà economica, attivando dinamiche virtuose di mutuo aiuto.

La festa finale di “Piano Terra” si svolgerà oggi,  sabato 26 luglio, presso il cortile dei Padri Sacramentini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *