Cossignano: inaugurazione della personale di pittura di Elisabetta Gricinella

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Ritratto

COSSIGNANO – A Cossignano, nella Sala delle Culture della residenza municipale, sabato 19 luglio è stata inaugurata la personale di pittura “L’energia negli elementi, un passato che torna a vivere” di Elisabetta Gricinella. Si tratta di una selezione di opere che rappresentano tutti gli stili del percorso formativo della produzione artistica della pittrice. Studi artistici intrapresi, dopo aver frequentato il Liceo Scientifico, all’università, dove ha potuto coltivare ed approfondire la sua passione di sempre, ovvero la pittura. La Gricinella, infatti, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Urbino dove ha sperimentato tante tecniche diverse e innovative, che l’hanno supportata nel suo amore per l’arte e in particolare per quella del passato.
La tesi di laurea è stata incentrata sul tema dell’alchimia e del Medio Evo, oltre che sul mistero di quegli uomini divisi tra un’umanità ancora molto istintiva e una religiosità molto sentita e legata anche al mistero e alla magia, al diavolo e al peccato. L’artista, ispirandosi ad opere e a siti archeologici, ha lavorato sulla tecnica dell’affresco e sull’uso della cera, dove ha introdotto figure o macchie di colore che si sovrappongono e creano un effetto di tridimensionalità.

Altri lavori hanno voluto riprodurre delle mura antiche come se chi osserva scoprisse in quel momento un antico affresco mai ritrovato, un’immagine che viene dal passato e che per la prima volta viene ammirata. Per diverso tempo ha lavorato anche sull’arte astratta per sperimentare un modo di esprimersi completamente libero. Predilige immaginare che nelle sue opere si rendano visibili forme di vita e di energia che non vediamo ed, in tal senso, realizza lavori dove le rovine di Olimpia si animano all’improvviso, dove volti di antichi Gesù russi riemergono dalla cera, come se il tempo si fosse fermato.

Lavora anche con la luce che rende ancor meglio l’idea di energia vitale che la pittrice vuole esprimere e così un vecchio affresco di S. Giorgio ha la spada che si illumina. Altro tema particolarmente amato è quello dei quattro elementi: aria, acqua, terra, fuoco ed in generale delle forme naturali come l’albero e i fiori. Dopo l’Accademia ha lavorato per molti anni come grafica pubblicitaria e questo modo di concepire le immagini molto moderno ha arricchito anche la sua pittura. Dopo aver svolto attività lavorative diverse, anche non inerenti all’arte, da molti anni insegna nelle scuole, dove cerca in tutti i modi di comunicare ai ragazzi l’entusiasmo e l’amore per l’arte, facendo loro capire che tutti possono essere in grado di esprimersi, non solo i più dotati. Negli ultimi anni si è specializzata particolarmente nel ritratto, sia per piacere personale che su commissione, dove attraverso delle fotografie l’artista ferma, con varie tecniche, visi e sguardi ed, in alcuni casi, introduce i volti in quadri famosi.

La mostra, che indubbiamente arricchisce la programmazione degli eventi culturali dell’estate cossignanese, resterà aperta al pubblico da sabato 19 luglio a domenica 3 agosto 2014, dalle ore 18.00 alle ore 20.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *