VIDEO La magnifica estate dei più deboli dell’Unitalsi Diocesana

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Clicca sul video per vedere lo speciale curato da Nicolas Abbrescia con servizi e testimonianze da Ferrà.

Filippo Vallorani

 

Nella foto, Nicolas Abbrescia intervista l’ex presidente diocesano dell’U.N.I.T.A.L.S.I Filippo Vallorani.

FERRA’ DI MONTEMONACO – Ogni estate in questa frazione, decine di persone di ogni età e provenienti da ogni angolo della Chiesa Truentina, si recano con l’U.N.I.T.A.L.S.I. con un fine ben preciso: aiutare gli ultimi e tutti quelli che con la malattia si trovano in difficoltà. Una tradizione che dura da più di un trentennio, che ha visto la partecipazione di sempre più persone.

Tra le vette dei Sibillini, ogni giorno è una festa con giochi, tornei, ed altri elementi d’intrattenimento, senza dimenticare l’elemento spirituale con la presenza dei sacerdoti di Montemonaco e della Diocesi.

Le nostre telecamere hanno avuto modo, nella fresca giornata del 15 luglio, di visitare il campo. Un’emozione unica, che nessuno può immaginare o pensare, in cui si può capire cosa vuol dire amare il volontariato. Un amore talmente grande al punto che i partecipanti hanno rinunciato ai piaceri e pagato di tasca propria per essere accanto a chi ha bisogno.

Girovagando e ammirando lo sforzo di queste persone, davvero ammirevole, abbiamo raccolto le testimonianze di due giovani: “Un’esperienza fantastica che riesce a dare tanto a noi volontari. Anche se noi dobbiamo fare tante cose, grande è ciò che riceviamo dai malati e dai nostri colleghi”, ha detto la diciasettenne Chiara. “Un campo istruttivo per tutti noi, è un campo che al di fuori viene considerato diversamente“, ha affermato Renato ai nostri microfoni, consigliando tutto il mondo giovanile a vivere e a condividere tale esperienza. Parole toccanti, in cui attraverso il volontariato, questi giovani possono crescere felicemente nell’altruismo e nella spiritualità, con azioni meritevoli di essere apprezzati e ammirati dai loro coetanei.

La trentennale storia dell’Associazione a Ferrà continuerà anche nel futuro: “l’anno prossimo speriamo di avere un nuovo refettorio e delle camere nuove”, sono le parole di Filippo Vallorani, colui che da sempre ha frequentato questo campo e da quasi 60 anni è nell’orbita dell’Associazione, diventando Presidente. 

L’edizione 2014 del campo ha visto la presenza del Vescovo Carlo Bresciani, del Parroco Emerito della Cattedrale della Marina di San Benedetto Don Luciano Paci e di Don Vincenzo Catani, Parroco della sambenedettese San Pio X e Assistente Spirituale U.N.I.T.A.L.S.I. senza dimenticare l’intero staff associativo.

In attesa degli eventi a Loreto e a Lourdes, il gruppo U.N.I.T.A.L.S.I. sarà a Ferrà fino al 20 luglio e vede inoltre la partecipazione anche degli anziani ospiti di alcune case di riposo del territorio diocesano.

Questo e molto altro potete vedere nello speciale di 5 minuti, con servizi e testimonianze da Ferrà di Montemonaco. Immagini che meritano di essere viste perché solo vivendo a stretto contatto con questa realtà si può capire la vera etica del nostro strano, quanto affascinante, mondo in cui viviamo, all’indomani di una delle pagine più brutte della storia recente del nostro territorio.

L’ancora ringrazia lo Staff dell’U.N.I.T.A.L.S.I. per la calorosa ospitalità e disponiblità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *