Anche nel 2015 Lucca capitale del volontariato

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Benedetto Riga

Sarà ancora Lucca, per la terza volta consecutiva, ad ospitare, dal 16 al 19 aprile 2015, il Festival nazionale del Volontariato. Lo ha annunciato di fronte a oltre cento volontari e ai soci del Centro nazionale per il Volontariato, arrivati da tutta Italia per l’assemblea annuale, Edoardo Patriarca, presidente del Cnv – Centro nazionale per il Volontariato: “Lucca – ha detto il presidente – come in passato, è ancora una volta al centro dei processi che riguardano il volontariato. Ha dato inizio alla riforma del terzo settore, ma ha anche proposto nel corso del Festival i temi che sono oggi al centro dell’agenda politica. Ora siamo già al lavoro per l’edizione 2015. L’obiettivo? Crescere ancora di più”.
I risultati della scorsa edizione. L’assemblea del Cnv – che ha approvato all’unanimità il bilancio consuntivo e quello preventivo – è stata anche l’occasione per offrire a soci e volontari il quadro dei risultati ottenuti con l’edizione dello scorso aprile. L’edizione 2014 del Festival – durante la quale si è svolta un’approfondita discussione sulla riforma del Terzo Settore ed è stata annunciata la legge delega predisposta dal Governo – ha registrato 32mila presenze (9mila in più rispetto all’anno precedente). In quattro giorni, nei 130 eventi, hanno partecipato 650 relatori e 630 organizzazioni. In 4mila hanno partecipato alla staffetta della solidarietà, 17mila i gadget distribuiti (12mila spillette e 5mila girandole composte dai detenuti del carcere San Giorgio di Lucca), 1.600 sono state le prestazioni gratuite offerte nelle giornate della prevenzione sanitaria. E poi, ancora, 450 volontari di protezione civile impegnati con oltre 20 mezzi, 112 partner, 493 articoli su quotidiani e periodici e 6.500 tweet con l’hashtag #FdV2014. Tra i protagonisti, vi sono stati, tra gli altri, Matteo Renzi, Laura Boldrini, Stefania Giannini, Giuliano Poletti, Franco Gabrielli, Maria Grazia Cucinotta, Giobbe Covatta, Giangiacomo Schiavi, Giovanna Rossiello, Riccardo Bonacina, Luca De Biase e Stefano Zamagni.
Un incontro nazionale a Lucca dal 5 al 7 settembre. Durante l’assemblea, si è avviato un confronto in vista della “costruzione” della prossima edizione del Festival. “Serve un occhio particolare per i giovani. E il Festival del volontariato può essere un’occasione importante” ha affermato tra altro l’arcivescovo di Lucca monsignor Italo Castellani. Il vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Maido Giovacchino Castiglioni, ha ribadito il sostegno al Festival, ricordando “l’impegno della Fondazione per far crescere e innovare le attività del volontariato”. Il sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini ha sottolineato il ruolo vitale del volontariato nell’integrazione fra pubblico e privato “utile soprattutto in questi tempi in cui le istituzioni locali hanno meno forza, ma devono dare il massimo per stare accanto alle associazioni del volontariato e moltiplicare ciò che ognuno da solo può fare. Infatti crediamo fortemente nel potere moltiplicatorio dell’azione condivisa”. Il Cnv, che ha lanciato il nuovo hashtag (#FdV2015), ha deciso di promuovere un incontro nazionale, sempre a Lucca, dal 5 al 7 settembre di quest’anno, in preparazione del Festival.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *