Scuola dell’Infanzia Merlini: al via progetto per motivare e coinvolgere al meglio ogni bambino. Ancora aperte le iscrizioni

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
La dott.ssa di nubila e la dott.ssa Costantini
La dott.ssa di Nubila e la dott.ssa Costantini

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In un’ottica di collaborazione tra genitori, specialisti e insegnanti, la Scuola dell’Infanzia Merlini ha dato il via ad un importante progetto che mira alla prevenzione dei disturbi dell’apprendimento. Questo progetto di screening sugli apprendimenti, verrà seguito dalla dott.ssa Sarah Costantini, terapista della neuro-psicomotricità e dalla dott.ssa Cristina di Nubila, logopedista:”Il progetto che abbiamo proposto – ha detto la dott.ssa di Nubila ha l’obiettivo di indagare sui prerequisiti dell’apprendimento dei bambini, in particolare su quelli dell’ultimo anno della scuola materna. Consiste nell’osservazione del gruppo classe per valutare alcune competenze dei bambini, come la socializzazione, le competenze del movimento e altri aspetti. Sarà, quindi, un’osservazione generale della classe per vedere come “funziona il bambino” all’interno del gruppo. In questa fase si raccoglieranno già delle informazioni importanti. A questo punto il progetto prevede anche un incontro individuale con i bambini che sarà un momento di approfondimento per valutare la presenza o meno di quelli che chiamiamo prerequisiti dell’apprendimento.

Dall’espressione delle competenze del bambino, quindi, si avrà la definizione di un suo profilo che servirà a valutare se e quali interventi saranno necessari, come sottolinea il dott. Giancarlo Vesperini, presidente della Fondazione P. e T. Merlini: ”I comportamenti osservati o evidenziati, vengono discussi e chiariti con le insegnanti, in modo da correggere atteggiamenti che possono complicarsi con i disturbi dell’apprendimento che hanno  importanza didattica nella Scuola Primaria: sono per esempio quei bambini con sindromi di disattenzione e iperattività, o con disturbi della condotta o dell’apprendimento come la discalculia, la disontografia o la dislessia. Sono d’accordo con chi definisce la scuola  un luogo di apprendimento collettivo, un luogo che dovrebbe essere in grado di motivare e coinvolgere anche il bambino più distratto e quello che non sta mai fermo. Come presidente della Fondazione che gestisce la Scuola dell’Infanzia Merlini, concordo con chi invita i genitori a partecipare di più alla vita della scuola, a collaborare con le insegnanti e a fare la propria parte perché ogni bambino venga accolto e coinvolto, e perché ci siano sempre meno certificati e sempre più alunni felici. La nostra scuola oggi esprime molte delle sue potenzialità con un gruppo di professioniste che ogni giorno fa del proprio meglio per far bene il proprio lavoro, con responsabilità e consapevolezza sia del ruolo di artefici del nostro futuro che dei valori dell’appartenenza ad una scuola la cui storia segna la stessa storia della nostra città, con i suoi fondamenti cristiano-cattolici voluti dai benefattori della famiglia Merlini. Questi siamo noi della Scuola dell’Infanzia “P. e T. Merlini”. Aspettiamo ancora iscrizioni 2014-2015 per la classe Primavera e per la classe dei 3 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *