Una proposta infrastrutturale del territorio per superare la crisi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo la notizia che Sante Calvaresi, professore di matematica, persona di cultura dedita agli altri e cittadino impegnato di San Benedetto, ha sollecitato l’attenzione e il consiglio di altri cittadini e di un gruppo composito di professionisti, individuando lo spazio territoriale della contrada di San Giovanni, situata tra lo svincolo autostradale e Porto Grande, particolarmente vocato a una versatile infrastrutturazione, ed ha cominciato a interloquire con il ceto imprenditoriale locale e nazionale potenzialmente interessato a intervenire nel territorio per creare un polo che aiuti a superare la crisi. L’iniziativa è sorta per promuovere e rilanciare l’economia in un momento di difficoltà che ha colpito duramente anche San Benedetto del Tronto, come tutta l’Italia. Il Nuovo Mille (www.nuovomille.it), giornale liberare online di politica, economia, giustizia e società, noto per il suo impegno di tutela dei diritti dei cittadini, ha deciso di monitorare questo caso sambenedettese. Sempre il giornale “Il Nuovo Mille” ha assunto l’impegno di segnalare e sostenere le iniziative territoriali virtuose di cittadini. 20 giugno 2014 – http://www.nuovomille.it/assalto-alleconomia-italiana-i-casi-emblematici/ 27 giugno 2014 – http://www.nuovomille.it/territorio-e-deficit-infrastrutturale-a-san-benedetto-del-tronto/ Non entriamo in merito circa polemiche di carattere politico, semplicemente L’AncoraOnline sta dando la notizia di questi fermenti culturali di idee e proposte scaturiti dai cittadini all’interno di San Benedetto del Tronto.

Susanna Faviani

Giornalista pubblicista dal '98 , ha scritto sul Corriere Adriatico per 10 anni, su l'Osservatore Romano , organo di stampa della Santa Sede per 5 anni e dal 2008 ad oggi scrive su L'Avvenire, quotidiano della CEI. E' Docente di Arte nella scuola secondaria di primo grado di Grottammare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *