Il Vescovo Carlo sta guidando gli esercizi spirituali per i sacerdoti della Diocesi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Foto gruppo sacerdoti (1500x1000)

Di Padre Gabriele di Nicolò

DIOCESI – Da lunedì 23 giugno fino a venerdì 27 giugno a pranzo 30 sacerdoti della Diocesi si stanno ritrovando insieme al nostro Vescovo, Mons. Bresciani, a Montemonaco (Casa Gioiosa) per gli esercizi spirituali annuali.
Quest’anno gli esercizi sono guidati dal nostro Vescovo Carlo Bresciani.

I sacerdoti sono stati invitati a fare una pausa dalle preoccupazioni della parrocchia e a prendersi un tempo per un colloquio con Dio Padre “in disparte” e la meditazione della Parola di Dio, come momenti di Grazia al di sopra di ogni lavoro pastorale.

Certamente anche i fedeli delle parrocchie capiranno che i Sacerdoti hanno bisogno di fermarsi, riposarsi, ricaricarsi e sapranno essere loro vicini con la preghiera.

Gli esercizi spirituali sono sempre un tempo favorevole per questa “ricarica spirituale” e la Chiesa li raccomanda ai sacerdoti e ai religiosi.

Papa Benedetto XVI afferma: “In un’epoca in cui sempre più forte è l’influenza della secolarizzazione e si avverte un diffuso bisogno di incontrare Dio”… gli esercizi spirituali sono “Una forte esperienza di Dio, suscitata dall’ascolto della sua Parola, compresa e accolta nel proprio vissuto personale, sotto l’azione dello Spirito Santo, la quale, in un clima di silenzio, di preghiera e con la mediazione di una guida spirituale, dona capacità di discernimento in ordine alla purificazione del cuore, alla conversione della vita, alla sequela di Cristo, per il compimento della propria missione nella Chiesa e nel mondo”… “Un buon corso di esercizi spirituali contribuisce a rinnovare in chi vi prende parte la gioia e il gusto della liturgia, in particolare della dignitosa celebrazione delle Ore e soprattutto dell’Eucaristia; aiuta a riscoprire l’importanza del Sacramento della penitenza, approdo del cammino di conversione e dono di riconciliazione, come pure il valore e il significato dell’adorazione eucaristica. Durante gli esercizi è possibile recuperare con frutto anche il senso pieno ed autentico del Santo Rosario e della pia pratica della Via Crucis”.

Anche per i laici, compatibilmente con gli impegni personali, familiari e sociali sono importanti e anche necessari tempi “forti” per poter vivere autenticamente la fede e testimoniarla, infatti gli esercizi sono “Silenzio invece di rumore. Raccoglimento al posto della dispersione. Ascolto della Parola e celebrazione eucaristica per rafforzare la propria capacità di testimoniare il Vangelo nella vita di tutti i giorni. Gli esercizi spirituali offrono a tutti – sacerdoti, religiosi e laici – queste grandi opportunità, tanto più preziose in un mondo caratterizzato dal frastuono e dalle derive materialistiche.
Perciò vanno adeguatamente rilanciati e indicati come pratica normale, almeno a tutti gli operatori pastorali”. 

Vi invitiamo quindi al prossimo ritiro che si terrà per tutte le famiglie a Monte Monaco con padre Raniero Cantalamessa dal 29 al 31 Agosto.

Il Vescovo Carlo ci invita al convegno delle famiglie guidato da Padre Raniero Cantalamessa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *