Cupra Marittima, l’Avis compie 35 anni

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

photo1 (16)

CUPRA MARITTIMA – Una domenica emozionante per tutta la cittadinanza. Il 22 giugno sono stati celebrati infatti i 35 anni di vita dell’Avis cuprense. Le cerimonie sono iniziate al mattino alle ore 8.15 con l’accoglienza delle varie delegazioni presso la sede di Corso Vittorio Emanule, poi alle 9.00 presso la sala consiliare del Comune di Cupra Marittima si è tenuto un momento simbolico pieno di significato: l’attuale presidente Avis Andrea Mora ha consegnato al primo presidente dell’Avis cuprense, Massimo Michelangeli, il registro con il primo verbale della sezione risalente al 1979, letto non senza una certa commozione dallo storico presidente Franco Regi. Presenti per l’occasione anche il sindaco Domenico D’Annibali, il presidente regionale Massimo Lauri, il presidente provinciale Dini Lauretani, e tanti iscritti, ospiti e amici come ad esempio il primo presidente provinciale Avis Giovanni Capocasa, il presidente provinciale dell’Aido e i rappresentanti dell’Aido locale che hanno dedicato la sezione cuprense al concittadino Andrea Pompili prematuramente scomparso. Durante la cerimonia sono state consegnate diverse targhe di benemerenza, sia a Marco Palumbo come più giovane donatore che a Giuseppe Tucci come più anziano donatore, a Giancarlo Voltattorni invece è andato il più alto riconoscimento per il suo alto numero di donazioni, circa 140. I presenti hanno infine ricordato un caro iscritto scomparso prematuramente, Enrico Ulpiani. A seguire i rappresentanti delle varie delegazioni hanno partecipato con i rispettivi labari alla processione del corpus domini per le vie cittadine e successivamente hanno assistito alla Santa Messa celebrata nella chiesa di San Basso da Don Luigino Scarponi, anche lui “avissino”. Ha affermato a proposito il sindaco: “A questa solida realtà vanno i miei più sentiti complimenti per il lavoro svolto negli anni. Li ringrazio a nome di tutta la cittadinanza perché con la loro attività di volontariato sono stati vicini a molte persone. Tutti noi pensiamo sempre a ricevere ma più difficilmente al donare ed è per questo che l’Avis dovrebbe essere un esempio per ciascuno di noi”. Una manifestazione questa del trentacinquesimo, che ha coinvolto anche i giovanissimi: i manifesti, i poster e le locandine diffuse e utilizzate domenica sono frutto del lavoro degli studenti delle scuole di Cupra e Massignano che già lo scorso anno sono stati chiamati a realizzare disegni e opere dedicate all’Avis. Soddisfatto ed emozionato il presidente Mora che ringrazia tutti i partecipanti e invita quanti fossero interessati a diventare donatori o semplicemente incuriositi a conoscere questo mondo di solidarietà e sostegno dell’altro a contattare il numero 0735.778852 o a scrivere un’email a aviscupramarittima@libero.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *