Secondi a Nessuno, l’enogastronomia di qualità all’ombra della Fortezza

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ACQUAVIVA PICENA – Secondi a Nessuno è la seconda tappa del progetto Piceno Senso Creativo:”E’ un progetto diretto alla riscoperta del patrimonio enogastronomico legato al territorio di alcuni Comuni delle Marche – ha dichiarato il sindaco Rosettiinserito anche nella giornata Marche Arancioni in Piazza, che si svolgerà in tutti i comuni Bandiera Arancione e la cui sede principale, quest’anno, sarà nella città di Corinaldo. Sono progetti importanti perché finalmente mettono in rete, realmente e concretamente, i comuni“. Quindi un modo per portare avanti, con un lavoro di gruppo, un progetto comune che è quello della promozione delle eccellenze del territorio Piceno che molto ha da offrire, sia dal punto di vista turistico che dal punto di vista dei valori ambientali, culturali ed enogastronomici, di grande qualità.

Antonella Nonnis del Progetto Zenone ha collaborato alla creazione del marchio del progetto Piceno Senso Creativo:”Il logo raccoglie insieme i valori ambientali, culturali, come la Rocca, e quelli legati alle tipicità. Quello che ci differenzia è l’abbinamento dei prodotti, e dei loro sapori, al patrimonio culturale: fare una manifestazione come Secondi a Nessuno all’ombra dell’imponente Rocca di Baccio Pontelli è un qualcosa che a nessun turista potrebbe passare inosservato“.

Stefano Greco, presidente Tuber Communications, ha sottolineato che:”Il progetto del Gal, Piceno Senso Creativo, non fa altro che inserirsi in alcune situazioni esistenti e valorizzarle, perché la forza di una rete deve essere questa, non creare qualcosa di nuovo ma valorizzare le eccellenze che già ci sono mettendole in rete. Oggi, i comuni si sono resi conto che la forza economica di questo territorio può stare quasi esclusivamente nel turismo e in questo progetto sono stati coinvolti alcuni tra di essi, come Force, Acquaviva, Castignano e Ripatransone, con l’intenzione di creare un circuito di promozione che dà un valore aggiunto all’evento”.

Filippo Gaetani, presidente Terraviva, che si è occupata dell’organizzazione dell’evento enogastronomico che si terrà all’ombra della Fortezza i prossimi giorni, ha messo in evidenza come Secondi a Nessuno sia un’iniziativa che vuole coinvolgere tutte le realtà socioeconomiche del paese:”Le varie gamme del turismo acquavivano, ristoranti, alberghi, daranno il loro meglio nel preparare il proprio secondo e saranno coinvolte le tre cantine Moncaro, Cherri e Capecci. Mercoledì 25 giugno si terrà un convegno che sarà un preambolo a questa manifestazione e che vuole essere un ponte tra Secondi a Nessuno e il territorio del trevigiano, come per trovare quelle affinità che in qualche modo ci tengono legati, perché questo tenersi insieme, andare al di fuori dei propri confini, può portare benefici a tutti“.

Alessio Lossano di Piceno Pas, ha espresso la necessità di una buona promozione perché:”Quello che abbiamo notato, come team di lavoro, è stato l’interesse di tutta la stampa d’Italia verso manifestazioni di questo tipo. Tutti vedono il Piceno come una zona nuova da scoprire, e una buona promozione degli eventi, in futuro potrebbe farli diventare dei poli di attrazione per la nostra provincia“.

Elisabetta Rossi assessore al Turismo e delegata di Ciabocco Giuliano referente per la Regione Marche per l’Associazione dei Paesi Bandiera arancione ha mostrato soddisfazione per la decisione della Regione di promuovere insieme i paesi con Bandiera blu e arancione:”E’ una collaborazione stretta con la costa che ci permetterà di avere un flusso turistico maggiore. Per quanto riguarda Secondi a Nessuno, questa manifestazione non è una semplice sagra di paese ma un evento di promozione enogastronomica di qualità, un tipo di evento sul quale l’associazione dei Paesi Bandiera arancione ha da sempre investito aprendo un portale http://www.gustalarancione.com/ per la promozione“.

Diana de Angelis, consigliere con delega al Turismo del comune di Ripatransone, ha presentato l’evento che coinvolgerà Ripatransone nel progetto Piceno Senso Creativo:”Nel mese di ottobre si terrà Olio Fest che, come dice il nome stesso, sarà un evento per la promozione dell’olio di oliva. Infatti molte aziende del territorio ripano si dedicano alla produzione di olio con particolare attenzione al biologico. Condivido quanto è stato detto sia per la valenza economica che per quella turistica, ma grande importanza riveste anche la qualità e la tracciabilità dei prodotti; vedo in tutto questo un’opportunità per aprire il territorio e rivalutare i nostri prodotti, ritrovare l’abitudine di sapere cosa c’è sulla nostra tavola e tornare all’agricoltura, all’artigianato e al Made In Italy per migliorare la qualità della vita“.

Quindi le parole d’ordine sono promozione del territorio, rete dei comuni per concentrare tutti gli sforzi verso un unico obiettivo che è la promozione del territorio Piceno che nulla deve inventare perché ha già molto da far scoprire.

La manifestazione Secondi a Nessuno inizierà con il convegnoUn progetto…un territorio” che si terrà Mercoledì 25 giugno alle ore 20:30 presso l’Auditoium San Giacomo della Marca in via Boreale. Dopo i saluti delle autorità che saranno presenti, tra le quali Floriano Zambon Sindaco del Comune Conegliano Veneto, seguirà l’intervento di Filippo Gaetani Presidente dell’Associazione Terraviva per l’evento Secondi a Nessuno. A seguire l’intervento di alcuni giovani di Acquaviva, Marco Cecilian architetto, Donatella Petrelli dott.ssa in Scienze e Tecnologia Agraria, Palanca Daniele Ricercatore di semi, Elisabetta Rossi Assessore Turismo e Cultura e Piernicola Aliventi Amministratore Goodas srl, che presenteranno i risultati di uno studio condotto alla riscoperta di prodotti tipici coltivati e disusi. Un terzo intervento sarà tenuto dal dr. Ezio Parro Amministratore delegato Linergy dal titolo “Linergy. Un’azienda. Un progetto”. Infine, dopo le conclusioni che saranno affidate ad Antonio Canzian, Vice Presidente Regione Marche, il convegno terminerà con la consegna del premio “La Crolla” alla memoria di Ivano Cecilian, trevigiano primo enologo della zona.

Il 26, alle ore 19, ci sarà l’apertura degli stand, al coperto, per le serate gastronomiche fino a domenica 29 giugno. Alle ore 17 visite guidate per il centro storico. Ci sarà anche la possibilità i partecipare a dei laboratori di cucina, di pasticceria di artigianato delle pagliarole e di fotografia, per info e prenotazioni laboratorioterraviva@libero.it, facebook.com/associazionelaboratorioterraviva cell. 347.6558241 / 347.0461759 / 349.0574819. I ristoranti della zona presenteranno ognuno diversi piatti della tradizione culinaria a base di carne tipica del Piceno, proveniente da animali allevati in casa, nel segno della migliore tradizione picena: Agnello in Salsa, Agnello in Salmì, Polenta con Spezzatino di Cinghiale, Pollo alla Rusticana, Coniglio ‘ncip ‘nciap, Frecantò di Verdure del Terrazzano, Baccalà della Vendemmia, Pallette di Acquaviva, Galantina di Pollo, Salumi della Fattoria e infine i dolci Schizzi e Scazzi e le famose peschette di Acquaviva, non mancherà un confronto con altre tradizioni culinarie: giovedì 26 con la Marca Trevigiana, Ristorante Miron, e domenica 29 con Serra de’ Conti con Cicerchia..moci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *