Grottammare, ricordando Enrico…

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Ricordando Enrico

GROTTAMMARE – Passaggio: termine ricco di significato nella nostra religione. Non possiamo non citare il libro dell’ Esodo, in particolare il passaggio del Mar Rosso del popolo ebraico: il passaggio dalla schiavitù alla libertà.

Anche i ragazzi di terza media e i giovanissimi neo-maggiorenni dell’ Azione Cattolica della parrocchia di San Pio V hanno vissuto simbolicamente questo passaggio. I primi sono stati guidati in questo momento dai giovanissimi ed hanno ricevuto “la regola di vita per un giovanissimo di AC” ; i secondi sono stati accompagnati dai giovani che hanno consegnato invece il libro con i 4 Vangeli per confermare sempre di più la presenza di Gesù nei loro cuori. Ma tutto questo è stato reso possibile grazie a chi ha creduto fortemente in questa associazione nella nostra parrocchia: a 35 anni dalla fondazione e a 23 dalla sua dipartita, Enrico Carminucci ha lasciato un segno indelebile nella nostra associazione e ha reso possibile ciò che stiamo compiendo. Enrico nacque a San Benedetto del Tronto  il 3 gennaio 1961, il 7 ottobre 1978 e istituì l’ Azione Cattolica Ragazzi nella parrocchia di San Pio V di Grottammare, con una straordinaria assemblea di ragazzi; di questa associazione fu responsabile ed educatore fino alla VII Assemblea dell’ AC. Nello stesso periodo fu anche membro dell’ équipe diocesana. Nel 1990 fu presidente dell’Associazione “Reti Sociali” per la prevenzione e il disagio giovanile. Impegno che ha seguito fino alla morte avvenuta il 15 giugno 1991. Inoltre abbiamo ricordato anche altre persone che hanno dato un grande contributo a questa associazione: ricordiamo la signorina Rosina Citeroni che fondò l’Azione Cattolica nella nostra parrocchia di San Pio V, Eugenio Paoletti, una colonna portante per la vita associativa, Paola ed Etruria Mascaretti, donne storiche aderenti dell’Azione Cattolica che hanno saputo insegnare agli altri associati che cosa significa essere persone nell’ AC , per l’AC e dell’AC;  insomma testimoni a 360 gradi.

Tutto ciò è avvenuto nella serata di sabato 14 giugno.

Nel pomeriggio erano previsti tornei di calcetto e pallavolo per ragazzi, che si sarebbero conclusi con due match calcistici: il primo tra Azione Cattolica e Amministrazione Comunale ed infine il tanto atteso memorial intitolato ad Enrico nel quale si scontrano i giovani e gli adulti di AC della parrocchia San Pio V. Purtroppo le condizioni meteorologiche non sono state favorevoli: dunque abbiamo deciso di posticipare questi incontri a sabato 21 giugno dalle ore 15:30 in poi al parco delle Rimembranze per trascorrere un pomeriggio insieme all’ insegna del divertimento, del gioco e della felicità che Enrico avrebbe voluto vedere sul volto di ciascun ragazzo ma anche di quella gioia che Gesù ci ricolma con la sua immensa bontà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *