Protocollate le quasi 2500 firme certificate raccolte dal Comitato Aria Nostra

Condividi questo articolo sui social o stampalo

TERAMO – Sono state protocollate le quasi 2500 firme certificate raccolte dal Comitato Aria Nostra per testimoniare la diffusa contrarietà dei cittadini alla realizzazione delle centrali a biomassa tra Colonnella, Controguerra e Martinsicuro.
I cittadini non vogliono questi impianti, che probabilmente potrebbero essere dannosi per la qualità dell’aria e probabilmente non sostenibili da un punto di vista ambientale.
Il comitato commenta: “Purtroppo, questo non sembra bastare a fermare i lavori di costruzione che, anzi, proseguono sempre più spediti.
L’impianto di Colonnella da 6 Megawatt potrebbe entrare in funzione poco dopo le elezioni regionali nonostante l’esposto alla procura presentato dal comitato per denunciare la probabile irregolarità nell’iter autorizzativo e i probabili rischi per la salute, in particolare quelli legati alla probabile emissione di una sostanza cancerogena come la formaldeide.

A peggiorare le cose, ci si è messa anche la Regione Abruzzo che, con una “sveltina bipartisan”, ha cancellato, qualche giorno fa, la moratoria sulle centrali a biomassa. Siamo di fronte all’ennesima contraddizione della politica che, ancora una volta, è insensibile alle richieste dei cittadini perseguendo interessi diversi.

Il Comitato continuerà la sua opera di informazione e contrasto nei confronti di tutti quei progetti che non hanno nulla di sostenibile e che perseguono unicamente scopi lucrativi senza vantaggio per la popolazione e dell’ambiente”.

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *