Vescovo Carlo firmare per l’8 per mille è “un piccolo gesto che ha un alto valore di carità e di aiuto alla nostra Chiesa”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Vescovo Carlo e i giovani

DIOCESI – Pubblichiamo la lettera del Vescovo Carlo Bresciani.

“Carissimi fedeli,
si avvicina il momento della dichiarazione dei redditi. Ci è data la facoltà di decidere, senza alcun onere economico in più, se vogliamo destinare alla Chiesa cattolica l’otto per mille delle tasse che comunque dovremo pagare allo Stato.
Con questa facoltà lo Stato riconosce il grande contributo che la Chiesa cattolica dà alla società e ai tanti bisogni delle persone sia in Italia sia in altre nazioni del mondo.

La nostra Chiesa diocesana ha beneficiato molto dai proventi di questo piccolo gesto: i sacerdoti possono avere uno stipendio minimo, molte chiese delle nostre parrocchie di montagna, e non solo, hanno potuto essere restaurate, la nostra Caritas può aiutare i moltissimi poveri che bussano alle sue porte, molte emergenze hanno potuto avere un primo e indispensabile soccorso.

Si tratta di un piccolo gesto (una firma) che ha un alto valore di carità e di aiuto alla nostra Chiesa. Vi invito a farlo. I pensionati che non devono presentare la dichiarazione dei redditi, ma vogliono destinare l’otto per mille alla Chiesa cattolica, devono contattare il responsabile indicato dal parroco con la tessera sanitaria.

Questo provvederà a inoltrare l’apposito modulo agli uffici competenti. Per tutti gli altri si tratta di fare una firma sul modulo della dichiarazione prima di consegnarlo.

A nome dei tanti bisognosi che in tal modo verranno aiutati, ringrazio di cuore tutti voi carissimi fedeli e invoco su tutti la benedizione del Signore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *