Internet può essere un dono di Dio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

antonio-gaspari_231343[1]

Di Antonio Gaspari da Zenit

I media possono aiutarci nella cultura dell’incontro, particolarmente oggi, “quando le reti della comunicazione umana hanno raggiunto sviluppi inauditi.
In particolare internet può offrire maggiori possibilità di incontro e di solidarietà tra tutti, e questa è una cosa buona, è un dono di Dio”.

Prendendo spunto dalle parole di papa Francesco, contenute nel messaggio per le comunicazioni Sociali 2014, è nata l’idea di promuovere il primo Meeting dei Giornali Cattolici Diocesani e on line.
Organizzato dalla redazione de L’Ancora, settimanale della Diocesi di San Benedetto del Tronto-Ripatransone-Montalto, in collaborazione con la Federazione dei Settimanali diocesani italiani (Fisc) e le agenzie Sir e Zenit, il meeting “Pellegrini nel Cyberspazio” si svolgerà a Grottammare, nelle Marche, dal 12 al 14 giugno. L’incontro è aperto a tutte le realtà giornalistiche – blog, siti, radio, tv – presenti in rete o diffuse in forma stampata o via etere.

“Nell’ambito del Meeting è stato indetto un concorso come occasione di conoscenza e di valorizzazione delle tante esperienze di comunicazione in rete presenti nella Chiesa”. A spiegarlo è Beatrice Testadiferro, Presidente della Giura che deciderà i lavori da premiare. La giuria è composta da tutti i direttori delle testate cattoliche diocesane delle Marche. Testadiferro ha affermato che “Internet porta a cambiare i modi di intendere il tempo e lo spazio”. “Qualche anno fa – ha aggiunto – si utilizzava solo quando si era davanti a un computer, ora possiamo essere perennemente in rete con uno smart phone o un Iphone”.

Al concorso nazionale per giornali cattolici, sponsorizzato dall’Editrice Shalom e l’agenzia di viaggi Go Asia, sono ammesse tutte le testate on line cattoliche che si occupino della comunità cristiana senza tralasciare la cronaca o i fatti del territorio di riferimento. L’iscrizione gratuita dovrà pervenire entro il 2 giugno. Saranno assegnati premi in cinque differenti categorie.

Il primo premio “Nel tempio e per le case” per la sezione giornalistica sarà assegnato a chi abbia sottolineato un aspetto o un evento di rilevanza sociale, culturale o religiosa della Diocesi. Il premio “Inter mirifica” per la grafica sarà assegnato al sito che abbia la migliore fruibilità dei contenuti ed è dedicato al ricordo del cinquantesimo anno dal decreto scaturito dal Concilio Vaticano II sugli strumenti della comunicazione sociale e sul dovere di servirsene.

Il premio “Ecclesia in America” andrà alla foto ritenuta più adeguata all’articolo collegato ricordando quando san Giovanni Paolo II disse a chiusura del sinodo americano nel 1972: “L’odierna realtà richiede che si sappia dominare il linguaggio, la natura e le caratteristiche dei mass media per l’efficacia della nuova evangelizzazione”.

Il premio “Redemptoris missio” sarà conferito al miglior video realizzato a corollario di una notizia come omaggio alla lettera enciclica del 1990 che considera possibile l’evangelizzazione del nostro mondo solo tenendo conto dei mass media che condizionano fortemente le nuove generazioni.

Il premio “Predicatelo dai tetti” sarà assegnato dalla giuria popolare. “Quello che vi dico nelle tenebre ditelo nella luce, e quello che ascoltate all’orecchio predicatelo sui tetti” (Mt 10, 27): così Gesù invita gli apostoli a comunicare a tutti il messaggio evangelico e così continua a dire oggi a quanti operano nel mondo dinamico e mutevole delle comunicazioni sociali.

Per informazioni e approfondimenti, cliccare qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *