Tutto pronto per la 71 settimana Eucaristica presso i Padri Sacramentini, vivila anche tu

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Settimana Eucaristica

Di Padre Gabriele Di Nicolò

DIOCESI – Dal 27 aprile al 4 maggio si svolge presso il Santuario dell’Adorazione dei PP. Sacramentini la tradizionale Settimana Eucaristica. Si tratta della 71ª edizione. Quest’anno vogliamo dare particolare risonanza all’insegnamento di papa Francesco, specialmente alla luce della Esortazione Apostolica “Evangelii Gaudium”, per cui tutti i testi delle varie giornate saranno presi da questo documento.
Il tema che proponiamo è: “La sorgente della gioia. Chiamati per «andare ora ai crocicchi delle strade» (Mt. 22,9). Papa Francesco ci esorta spesso a vivere la gioia cristiana con autenticità e a contagiare il mondo con essa, attraverso l’annuncio del Vangelo fatto con la vita e le parole, fino alle estreme periferie del mondo.

La Settimana vuole essere ancora un momento particolare di aggregazione e di riflessione. Anche quest’anno sono previsti momenti di celebrazione, preghiera e incontro per tutti e per alcune realtà ecclesiali in particolare. Ci auguriamo che la partecipazione sia veramente numerosa e produca frutti di bene per la nostra Diocesi.

Sottolineiamo, in particolare, gli incontri che si svolgeranno nella chiesa dei Sacramentini e/o nella vicina Sala Incontri.

Domenica 27 aprile il consueto incontro delle Corali, momento aggregativo e festoso di lode al Signore attraverso i canti e di testimonianza, consapevoli che la Chiesa evangelizza e si evangelizza con la bellezza della liturgia; papa Francesco dice: “Tutte le espressioni di autentica bellezza possono essere riconosciute come un sentiero che aiuta ad incontrarsi con il Signore Gesù”.   Evangelii Gaudium 167

Martedì 29 vi sarà un incontro per tutti proposto dal Prof. Ivo Lizzola, Preside della facoltà di Scienze della Formazione e docente di Psicologia Sociale e di Pedagogia della marginalità e della devianza presso l’Università di Bergamo, sul tema: «Convivere con la fragilità: “date voi stessi da mangiare…”», incontro che prevede anche dei brevi laboratori di riflessione e testimonianza e quindi le conclusioni insieme al relatore, desiderando essere una Chiesa che accompagna… e condivide; il papa dice: “La chiesa “in uscita” è una chiesa con le porte aperte, rallenta il passo, guarda negli occhi e ascolta o rinuncia alle  urgenze  per  accompagnare  chi  è  rimasto  al  bordo della strada”. Evangelii Gaudium 46 ;169;173

Mercoledì 30 mattino, dalle ore 10,00, il consueto Incontro diocesano del Clero per tutti i sacerdoti diocesani e religiosi e i diaconi, animato dal nostro Vescovo Mons. Carlo Bresciani, desiderando essere una Chiesa che prende iniziativa; il papa dice: “La  comunità  evangelizzatrice  sa  fare  il  primo  passo,  sa prendere l’iniziativa senza paura,andare incontro, cercare i lontani e arrivare agli incroci delle strade per invitare gli esclusi”.           Evangelii Gaudium 24

Giovedì 1 maggio nel pomeriggio, a partire dalle 16,00, un incontro per tutti i religiosi e religiose sul tema: “La presenza della vita religiosa nella diocesi” e una veglia “vocazionale” in serata, dalle 21,00 alle 22,00, che continuerà poi con la possibilità per chi vuole di incontrare e parlare con suore, sacerdoti e religiosi, desiderando essere una Chiesa che annuncia e chiama; papa Francesco dice: “Comunità  autenticamente  fraterne  e  riconciliate  sono luce che attrae”  Evangelii Gaudium 100, “E’ la vita fraterna e fervorosa della comunità che risveglia il desiderio di consacrarsi interamente a Dio e all’evangelizzazione”.               Evangelii Gaudium107

Venerdì 2 maggio, dalle ore 15.00, incontro fraterno con i malati e anziani, la “realtà della sofferenza”, desiderando essere una Chiesa che si lascia interpellare; il papa dice: “Noi cristiani insistiamo nella proposta di riconoscere l’altro, di sanare le ferite, di costruire ponti, stringere relazioni e aiutarci a portare i pesi gli uni degli altri”.    Evangelii Gaudium 67

Sabato 3, alle 16.00 un incontro per tutti i fanciulli della Prima Comunione coi genitori e catechisti e, dalle ore 21,00, la veglia notturna a cui si invitano soprattutto i Movimenti ecclesiali, le Associazioni e i Gruppi della Diocesi, veglia di adorazione che si protrarrà per tutta la notte fino alle 6,00 del mattino seguente: “L’attesa del giorno della Pasqua”, nella ricerca di essere Chiesa, popolo di Dio, fermento in mezzo all’umanità; il papa dice: “ La chiesa dev’essere il luogo della misericordia gratuita, dove tutti possano sentirsi accolti, amati, perdonati e incoraggiati a vivere secondo la vita buona del Vangelo.” Evangelii Gaudium 114

Domenica 4 Maggio, infine, ci sarà la conclusione in Cattedrale con la Concelebrazione presieduta dal Vescovo alle ore 18,00 e la Solenne Processione Eucaristica che si concluderà nel Santuario dell’Adorazione, nella disponibilità ad essere Chiesa che confessa la fede nel Risorto e incontra l’uomo; dice papa Francesco: “E’ necessario arrivare là dove si formano nuovi racconti e paradigmi, raggiungere con la parola di Gesù i nuclei più profondi dell’anima delle città”. Evangelii Gaudium 74.

Il programma completo possiamo trovarlo sopra nella foto.

A tutti dunque è rivolto l’invito a partecipare numerosi ai vari momenti proposti per cogliere la “grazia” di questa esperienza che ormai da molti anni si rinnova e che, sebbene in un mutato contesto ecclesiale e sociale, può ancora, ne siamo convinti, dire qualcosa di importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *