Relazione di fine mandato del Sindaco Domenico D’Annibali

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
Domenico D'Annibali
Domenico D’Annibali

CUPRA MARITTIMA – “Quando la mia giunta si è insediata i trasferimenti dallo Stato ammontavano a circa 900 mila euro annui, ora questa cifra è pari a zero ma siamo ugualmente riusciti ad amministrare Cupra Marittima con risultati superiori alle aspettative”.

Con queste parole il sindaco Domenico D’Annibali ha introdotto la relazione di fine mandato che ha esposto durante la serata di martedì 15 aprile in sala consiliare, in un incontro aperto a tutta la comunità.
Il documento è reperibile da diversi giorni sul sito del Comune ma il primo cittadino ha voluto comunque illustrarlo sinteticamente con una panoramica sui punti principali suddivisi per ogni ambito. Il sindaco ha ripercorso quanto fatto dal 2009 ad oggi, iniziando con il fondamentale passo di riportare la riscossione dei tributi da una disastrosa gestione esterna (caso Gestor) ad una più proficua gestione interna, dai necessari avvisi emessi per ogni annualità oggetto di verifica finanziaria alle azioni intraprese per risparmiare sulla spesa pubblica, dal rispetto del patto di stabilità al cercare di mantenere al minimo le percentuali di imposte e tasse come Imu e Tares. Per quanto riguarda il Turismo è stato ricordato il ripristino della Sagra della Concola, le novità come Artocria, Cupra Teatro d’Estate, Cupra in Note, il monitoraggio del gradimento turistico attraverso lo Smic, macchinario attraverso il quale il turista può richiedere informazioni utili sul territorio e anche compilare un questionario apposito, importante inoltre è stata la non applicazione della tassa di soggiorno. Circa l’ambito sportivo invece rilevante è stata la realizzazione del nuovo campo da calcio, le iniziative legate al mondo della scuola come Nuoto Tra i Banchi, hanno riscosso consensi gli attrezzi ginnici installati sul lungomare, i corsi di ballo, i corsi di autodifesa femminile, l’acquisto di quattro defibrillatori utili a tutta la cittadinanza e non solo. Molto rilevanti anche gli interventi nell’ambito dei lavori pubblici, già dettagliamene spiegati in precedenti articoli pubblicati dalla stampa locale e analizzabili sulla relazione. Diverse le iniziative del settore Politiche Sociali, rivolte ai bambini, ai giovani, agli anziani e ai meno abbienti. Tra le ultime novità ci sono gli Orti Sociali, idea che sta prendendo piede anche in altri paesi, il Nonno Civico, la destinazione di aree abbandonate ad uso sociale come ad esempio i locali della stazione, l’istituzione di borse lavoro per disoccupati, la fornitura di pasti e di buoni spesa a chi purtroppo non riesce a provvedere autonomamente a questi bisogni. Attiva e viva anche la Cultura che nel corso degli anni ha realizzato e appoggiato stimolanti iniziative, basti pensare alle varie rassegne culturali. Importanti traguardi sono stati raggiunti anche dal settore Ambiente con l’introduzione della raccolta porta a porta, l’aumento della percentuale della raccolta differenziata e le tante iniziative di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini. Quella di martedì sera però è stata solo una carrellata sulle principali attività per approfondimenti e dettagli la relazione è consultabile, appunto, sul sito del Comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *