“Porta a porta spinto”, le regole per i condomìni della zona di viale De Gasperi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

raccolta differenziata - immondizia - rifiuti - spazzatura

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per completare l’attivazione del servizio “Porta a porta Spinto” nel territorio del Comune di San Benedetto del Tronto, rimane da coinvolgere la zona più popolata della città, quella che gravita attorno all’asse di viale De Gasperi. Oltre a presentare un’elevatissima densità abitativa, con presenza di grandi immobili residenziali, la zona è anche a forte vocazione commerciale e di servizio, con la presenza di strutture molto frequentate sia da lavoratori sia da utenti: basti pensare al Municipio, alle scuole, a Villa Anna, al centro “Primavera”, alla residenza sanitaria “San Giuseppe”, al presidio ASUR di via Romagna.

Come già anticipato nel mese di dicembre attraverso comunicazioni e un’assemblea pubblica con i residenti, l’Amministrazione comunale e Picenambiente hanno ritenuto necessario, anche sulla base di positive esperienze compiute in realtà urbane simili, attivare un sistema particolare di raccolta “porta a porta” dei rifiuti in cui l’utente è rappresentato dal condominio o dalla struttura pubblica o privata.

Questa mattina il sindaco Giovanni Gaspari ha dunque firmato la relativa ordinanza con la quale ogni condominio (o struttura pubblica o privata, negozio, attività commerciale) è obbligato ad individuare un luogo, di concerto con Picenambiente che sta già effettuando appositi sopralluoghi in ogni struttura interessata, dove collocare le proprie postazioni condominiali per i contenitori e a stabilire il proprio punto di esposizione condominiale per la raccolta dei “sacchi gialli e azzurri”.

La novità è che i contenitori condominiali, forniti da Picenambiente, saranno apribili con una chiave oppure con un apposito codice a 2 cifre. Dunque i soli condomini potranno usarli per conferire l’umido (tutti i giorni nel cassonetto marrone) e il “piccolo sacco nero” (all’interno del cassonetto verde esclusivamente il giovedì e la domenica dalle 20 alle 21,30). Restano invariate le modalità di conferimento di “sacco giallo”, per carta e cartone, e “sacco azzurro”, per vetro, plastica e lattine, da lasciare il venerdì sera, dalle 20 alle 21,30, nell’apposito punto di raccolta condominiale individuato.

Gli utenti che hanno la necessità di conferire pannolini, pannoloni e assorbenti possono gettarli in piccoli sacchi di plastica, ermeticamente chiusi, tutti i giorni all’interno del cassonetto verde.

Da segnalare che l’ordinanza individua la responsabilità di tenuta e custodia dei contenitori e del corretto rispetto di tutte modalità di conferimento in capo ai condomini o all’amministratore o a persona appositamente delegata dai condomini.

“L’’Amministrazione comunale confida nella piena collaborazione dei cittadini di questa zona – dice l’assessore all’ambiente Paolo Canducci – affinché si possano migliorare i già buon risultati sinora ottenuti grazie all’impegno dei cittadini residenti nelle altre aree cittadine già interessate dal servizio”.

Il testo integrale dell’ordinanza è consultabile sul sito www.comunesbt.it alla voce “Albo pretorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *