San Benedetto del Tronto, sottopasso di via Pasubio, consegnato il cantiere

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ stata consegnata questa mattina, mercoledì 19 marzo, la porzione del cantiere per la realizzazione del sottopasso di via Pasubio, l’opera che eliminerà l’attraversamento della linea ferroviaria lungo la statale Adriatica a Porto d’Ascoli, riguardante la viabilità alternativa.

Nel momento della firma del verbale di consegna del cantiere, siglato dall’ing. Nicola Antolini direttore dei lavori e dall’arch. Annalisa Sinatra responsabile unico del procedimento per il Comune e da Francesco Gaspari rappresentante dell’Associazione Temporanea di Imprese (A.T.I.) formata dalle tre imprese del Piceno che realizzeranno l’opera (Gaspari Gabriele Srl di Ascoli, Movi.T.E.R. Snc e Giobbi Srl, entrambe di Monsampolo del Tronto), erano presenti l’assessore ai lavori pubblici Leo Sestri e il dirigente del settore Progettazione e Manutenzione opere Pubbliche l’arch. Farnush Davarpanah.

Come noto, infatti, prima di iniziare l’opera vera e propria, dovrà essere creato un “by pass” che garantirà il transito in sicurezza dei veicoli durante i lavori. L’arteria provvisoria sorgerà a circa 4 metri ad ovest rispetto all’attuale asse stradale, avrà una corsia riservata al transito ciclabile e avrà una larghezza di poco inferiore a quella della Statale 16.

Una volta realizzata l’opera, entrerà in azione una ditta specializzata individuata da Ferrovie dello Stato, che avrà il delicato compito di traslare il passaggio a livello sempre senza interrompere il traffico ferroviario.

“Questa fase propedeutica – spiega l’assessore ai lavori pubblici Leo Sestri – fa seguito a quella già ultimata dello spostamento dei sottoservizi. Inutile nascondere che ci sarà qualche disagio alla circolazione veicolare durante l’attività di spostamento del passaggio a livello ma, se non ci saranno intoppi, contiamo che la situazione possa normalizzarsi prima dell’inizio dell’estate, quando la circolazione stradale si svilupperà lungo il by pass e il cantiere potrà entrare nella fase operativa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *