Incontro giunta, CNA e Confartigianato: piena sintonia sulle priorità delle PMI

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DSC_0464

MARCHE – Sostegni alla piccola e media impresa per fare il salto qualitativo da “follower” a “driver” dello sviluppo economico interessando soprattutto credito, innovazione e internazionalizzazione. Inoltre, rilancio dell’edilizia, cattura di risorse europee, semplificazione burocratica ed apprendistato. Sono stati questi i temi dell’incontro che si è svolto questa mattina tra la giunta regionale e le associazioni di categoria di Confartigianato e Cna a Palazzo Raffaello.

“E’ un incontro importante e significativo – ha detto il presidente della Regione Gian Mario Spacca in apertura del confronto –  perché ci introduce alla fine di questa legislatura che coincide con il termine della recessione e la teorica ripresa dell’economia italiana. In questi anni ci siamo concentrati sulla difesa dell’occupazione e dei lavoratori, ora dobbiamo ricostruire il nostro futuro con ottimismo e determinazione. La giunta regionale sostiene tutti gli imprenditori che producono reddito e occupazione ed affianca con azioni mirate su innovazione, internazionalizzazione, formazione e credito, le micro e piccole imprese. Il cambiamento in atto è radicale e, nel passaggio dalla recessione ad una nuova fase di crescita, il ruolo delle microimprese sarà determinante, soprattutto se sapranno fare un salto di qualità da “follower”, ossia realtà di subfornitura e indotto, a “driver”, soggetti capaci di esercitare una guida nello sviluppo regionale”.

Al presidente di Cna Gino Sabatini il compito di approfondire le questioni legate al sistema del credito e ai Confidi e le altre urgenze.  “Le pmi sono il dna delle Marche. Abbiamo altissime eccellenze tecnologiche e artigiane che hanno bisogno  di un  aiuto. Dobbiamo far sì che i bandi siano centrati sul sistema attuale delle pmi e focalizzare l’attenzione sui progetti. Altrettanto  importante la ripresa del consumo interno a partire dalle costruzioni anche attraverso il recupero dei centri storici. Per quanto riguarda l’internazionalizzazione si è aperto un percorso interessante attraverso i voucher. Dobbiamo infine valorizzare cultura, artigianato artistico e agroalimentare. Siamo convinti che attraverso l’unione di intenti tra Regione, associazioni categoria e università potremo trovare il bandolo della matassa, individuare la via della ripresa e salvare le pmi”.

Il presidente di Confartigianato Salvatore Fortuna oltre all’illustrazione dei temi all’ordine del giorno ha posto la necessità, subito accolta dalla giunta, di un metodo di lavoro che permetta di monitorare le azioni intraprese e lo stato di avanzamento dei progetti comuni attraverso incontri cadenzati e ravvicinati tra tutti gli attori coinvolti.

In conclusione Otello Gregorini segretario regionale Cna  ha espresso soddisfazione per l’esito dell’incontro. “Apprezziamo – ha sottolineato – l’attenzione e la disponibilità dimostrata dal presidente Spacca e dalla giunta,  oltre ai contenuti e alla documentazione che abbiamo ricevuto in base alle proposte da noi avanzate e i problemi posti. Tutte le tematiche trattate oggi sono importanti ma tra le priorità delle priorità ci sono: il tema del credito e delle garanzie; il rilancio dell’economia attraverso il sostegno all’innovazione e all’internazionalizzazione delle pmi e l’edilizia; la programmazione di progetti congiunti per le i fondi europei. Siamo tutti di fronte ad una sfida e noi cercheremo di fare la nostra parte consapevoli che la nostra forza è la qualità”.

All’incontro oltre a Spacca, Sabatini, Fortuna e Gregorini erano presenti:

–      Confartigianato: Giorgio Cippitelli, Giorgio Cataldi, Nadia Beani, Learco Bastianelli, Renzo Leonori, Giuliano Bianchi, Vladimiro Belvederesi, Giuseppe Cinalli, Franco Gattari, Marco Pantaleoni, Benedetta Principi, Giorgio Rocchi.

–      Cna: Girgio Ligliani, Luigi Passaretti, Francesco Balloni, Massimiliano Santini, Paolo Silenzi.

–      Giunta: assessori Antonio Canzian, Sara Giannini, Paola Giorgi, Marco Luchetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *