Disabilità, come farsi riconoscere lo stato di particolare gravità

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

assistenza-disabili
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Entro il 12 maggio 2014 è possibile presentare domanda presso l’apposita Commissione sanitaria provinciale per il riconoscimento dello stato di particolare gravità del disabile. Tale riconoscimento dà diritto di accesso all’intervento di assistenza domiciliare indiretta consistente in un contributo economico per l’assistenza fornita da un familiare o da un operatore esterno individuato dal disabile stesso o dalla famiglia.

Possono fare domanda le persone disabili già riconosciute in situazione di gravità ai sensi dell’art. 4 della Legge 104/92 che, alla data del 31 dicembre 2013, abbiano compiuto i tre anni di età e le persone che, alla stessa data, non abbiano compiuto i 65 anni di età e che possano comprovare lo stato di particolare gravità. Non sono ammesse al riconoscimento le disabilità conseguenti a: a) malattie di Alzheimer; b) malattie di tipo psichiatrico; c) neoplasie; d) AIDS.

Sono inoltre esclusi: a) i soggetti ospiti di strutture residenziali o semiresidenziali di qualsiasi tipo ad eccezione dei soggetti inseriti nei centri socio-educativi diurni di cui alla L.R. 18/1996 per i quali l’UMEA ne abbia previsto l’inserimento per non più di venti ore settimanali; b) i soggetti che beneficiano del contributo regionale previsto per il progetto “Vita Indipendente”; c) i soggetti che beneficiano del contributo previsto per le persone affette da Sclerosi Amiotrofica Laterale (SLA) .

Coloro che sono stati già riconosciuti in situazione di particolare gravità negli anni precedenti non devono ripresentare la domanda.

Per informazioni ulteriori rivolgersi al Comune di appartenenza affinché il referente del servizio possa fornire idonee informazioni ed eventualmente indirizzare a visita coloro che siano in possesso dei requisiti. A San Benedetto, i recapiti sono quelli dell’Ufficio disabilità e disagio mentale (tel. 0735794299) e dello Sportello Sociale (tel.0735794558).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *