A San Benedetto nascerà la prima spiaggia delle Marche “libera per tutti”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

area spiaggia libera oggetto dell'intervento_foto google earth
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comune di San Benedetto del Tronto ha in animo di attrezzare una spiaggia libera accessibile e fruibile da tutti. Il piano di spiaggia individua infatti delle tipologie di sistemazione degli arenili coerenti con questo scopo: tra i siti individuati, la spiaggia libera n. 14 tra le concessioni n. 42 e 44 del lungomare Europa che sarà dunque lo spazio oggetto dell’intervento.

Il progetto consiste nella messa a norma della rampa di accesso alla spiaggia già esistente, nella creazione di una passerella a mare priva di fughe per eliminare il disagio durante il transito delle carrozzine, nella realizzazione di un manufatto che accoglierà un bagno, uno spogliatoio, una doccia e un deposito in cui verranno custodite le “job” (le sedie pensate per consentire ai disabili di fare il bagno), di una fontana di acqua potabile e di una doccia con acqua fredda in spiaggia.

Lungo la passerella sono previste tre pedane con spazi ombreggiati, rimovibili durante la cattiva stagione da parasole in paglia riservati ai disabili e ai loro accompagnatori. In prossimità della spiaggia libera verrebbero incrementati gli stalli di sosta riservati ai disabili.

Il progetto è stato redatto dagli uffici del settore Progettazione e Manutenzione Opere pubbliche, è stato sviluppato dopo un approfondito confronto con i Servizi sociali e le associazioni dei disabili e grazie alla concertazione con gli uffici provinciali e regionali dell’Istituto nazionale per l’assicurazione per gli infortuni sul lavoro (INAIL).

Il costo stimato delle opere è di 85.000 euro. L’INAIL sta valutando la possibilità di cofinanziare il progetto, che sarebbe il primo del genere nelle Marche, con l’obiettivo di utilizzarlo per una serie di iniziative pubbliche capaci di valorizzare il ruolo svolto dall’Ente per la promozione delle persone con diversa abilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *