Il nostro Vescovo Emerito Gestori agli esercizi spirituali dell’Unitalsi nazionale riunita a Loreto

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Vescovo Gestori a Loreto Unitalsi

LORETO – Hanno preso avvio venerdì, a Loreto, gli esercizi spirituali proposti dall’Unitalsi ai suoi associati, per meditare sul tema pastorale scelto per il 2014 dal santuario di Lourdes: la gioia della conversione.
Le meditazioni sono affidate a monsignor Giuseppe Molinari, arcivescovo emerito de L’Aquila, che nella sua introduzione ha ribadito come “per poter cambiare il mondo, occorre partire da se stessi.
Ecco perché la conversione è un’esperienza personale, che presuppone la capacità di riconoscere il peso del peccato e di scegliere l’invito del Padre, anche quando passa attraverso la strada difficile della sofferenza”.
Agli esercizi spirituali partecipano circa 400 unitalsiani, provenienti da tutte le sezioni italiane. A loro è stato offerto un saluto iniziale dal presidente nazionale Unitalsi, Salvatore Pagliuca, e da monsignor Giovanni Tonucci, arcivescovo prelato di Loreto. Pagliuca ha sottolineato la necessità “di alimentare l’esperienza associativa di forti motivazioni spirituali, per vivere il nostro servizio di carità alla luce del Vangelo”.
A “illuminare” quest’occasione di spiritualità voluta dall’associazione per i suoi soci c’è anche la lampada donata all’Unitalsi dal Papa.
Nella mattinata di ieri, i partecipanti agli esercizi spirituali hanno preso parte alla celebrazione eucaristica presieduta da Mons. Gervasio Gestori, Vescovo emerito, che ha confidato l’invito rivoltogli alcuni anni fa da Giovanni Paolo II a “fare bene il bene”, che bene si sposa con la missione associativa dell’Unitalsi. La seconda giornata si è conclusa con l’adorazione eucaristica nella cripta della Basilica di Loreto.

Presenti anche il Presidente dell’unitalsi della nostra Diocesi Sabatino Di Sabatino e dalla coniuge Mascia Moretti.

Gli esercizi si concluderanno oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *