FOTOCRONACA Sant’Egidio alla Vibrata, prima stazione quaresimale insieme al Vescovo Carlo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Si è tenuta a Sant’Egidio alla Vibrata la prima stazione quaresimale “Andate ora ai crocicchi…” alla presenza di Sua Eccellenza Mons. Carlo Bresciani e dei sacerdoti della Vicaria e non solo.
Tantissimi i fedeli presenti tra cui il Sindaco Rando Angelini ed in particolari moltissimi giovani delle varie parrocchie.

La stazione quaresimale è iniziata presso Piazza Benedetto Croce dove, dopo un momento di preghiera due giovani hanno testimoniato la propria fede.
Emmanuel: “Vado in Chiesa perchè incontro Dio e perchè ho molte debolezze.
Gli impegni della vita pesano però grazie al Suo aiuto il mio carico è più leggero.
Attraverso Dio sto imparando che Lui è sempre pronto a perdonarmi e che mi sta cambiando.
Oltre a lavorare frequento la scuola serale.
Penso che il regalo più grande che mi abbia fatto il Signore sia il libero arbitrio, decido liberamente cosa posso fare della mia vita e vi posso dire che vado in Chiesa non perchè sono un bravo ragazzo ma perché è li che trovo la vera felicità.
Gianfranco: “Personalmente lavoro presso l’impresa di pulizie della mia famiglia.
Se ripenso a quando mia madre aprì la ditta vi posso dire che la ritenevo una sfortunata. Oltretutto che i miei genitori mi mantenevano agli studi universitari gli rinfacciavo il fatto che non avrei lavorato con loro.
Oggi che faccio questo lavoro ringrazio Dio che mi sta dando questa opportunità.
Nella mia vita il dono più grande l’ho ricevuto con l’incontro del Signore.
Grazie allo Spirito Santo ho potuto fare discernimento e capire cosa sia giusto e cosa sia sbagliato.
Quando era più giovane cercavo di farmi accettare dagli altri anche attraverso l’alcool la droga e altre occasioni stolte.
A 21 anni sono stato in carcere per pochi giorni.
Ricordo il pianto di quei momenti ma sopratutto ricordo i miei genitori all’uscita che mi aspettavano con il sorriso e a braccia aperte.
Solo oggi comprendo quel momento: quello era l’amore di Dio“.

Dopo le due testimonianze è iniziata la processione che da Piazza Benedetto Croce è giunta alla Chiesa di Sant’Egidio.
A breve pubblicheremo le parole pronunciate dal nostro Vescovo Carlo in Chiesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *