FOTOCRONACA Bellissima festa al Biancoazzurro insieme all’Unitalsi, presente anche un centenaria che si è divertita ballando insieme agli altri!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DIOCESI – Venerdì 28 febbraio si è tenuto presso il centro Biancoazzurro, di proprietà della Diocesi di San Benedetto del Tronto, la festa di carnevale organizzata dall’Unitalsi in collaborazione con i due circoli Lions Club della città rivierasca presieduti da Maria Pia Silla e Lilli Gabrielli.
I giovani dell’Unitalsi hanno pensato ad addobbare a festa tutto il salone del centro ed i Lions hanno pensato al rinfresco e all’intrattenimento.

Alla serata hanno preso parte anche i ragazzi del centro Cedisir (Il Centro Socio Educativo Riabilitativo (CSER) che offre un servizio rivolto alle persone disabili che hanno terminato la scuola dell’obbligo e che non usufruiscono di altri servizi) e di casa Lella di Grottammare (La Comunità si propone come obbiettivo primario di dare aiuto, nel senso sia del recupero che della prevenzione, ai ragazzi di età compresa fra i 12 ei 18 anni. La tipologia degli ospiti è caratterizzata da adolescenti che vivono in situazioni di disagio psico-relazionale occasionalmente coinvolti in esperienze di devianza, provenienti da un ambiente familiare non adeguato a guidarli) e gli anziani di diverse strutture della zona.

IMG_2737 (960x640)Presente alla festa anche Benafia di Cupra Marittima che poco tempo fa ha compiuto 100 anni! Nonostante l’età Befania è lucidissima e dopo aver mangiato si è divertita in pista ballando insieme a tutti gli altri.

Nel centro Biancoazzuro opera l’Unitalsi diocesana e nella nostra diocesi è presente anche un gruppo di oltre 20 ragazzi che aderiscono al gruppo giovani dell’associazione di età compresa tra i 16 e i 26 anni.

Abbiamo chiesto a due di loro, Giorgio e Vincenzo, cosa li spingesse a donare il proprio tempo all’Unitalsi.
Giorgio: “Lo faccio per tanti motivi, tra cui quello che nel servizio svolto mi sento personalmente arricchito, quello che dono è in minima parte rispetto a quello che ricevo, è difficile da spiegare, vi posso invitare però a provarlo di persona.”

Vincenzo: Nel centro Biancoazzurro sperimentiamo la bellezza di incontrare le varie età della vita.
Spesso chi ne usufruisce è l’anziano che sennò rimarrebbe a casa da solo.
Posso dire che al centro rispondiamo alla richiesta di Papa Francesco di qualche settimana fa: giovani e anziani qui si incontrano ed entrambi ne escono arricchiti”.

Anna di Casa Lella ci dichiara: “è una bellissima esperienza in quanto i ragazzi che sono da noi e che hanno partecipato qui stasera, vedono la bellezza di passare un po’ di tempo insieme ai più anziani. Un’esperienza di condivisione utile a tutti”

Il nostro plauso a tutti i volontari che durante tutto l’anno si impegnano nel silenzio.
Questa è la foresta che cresce che cerchiamo di raccontare ogni giorno attraverso il nostro giornale!

A breve pubblicheremo un’intervista speciale a due giovanissime volontarie del centro Daiana ed Heleny.

Ti invitiamo a leggere anche questo articolo Camminiamo verso la Santità… anche durante la fiera di San Martino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *