Il mito di Garibaldi in scena a Grottammare

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Un Teatro storico, nel cuore del borgo medioevale della perla dell’ adriatico, non poteva essere location migliore per l’ atmosfera serale di Sabato 1 Marzo.

L’associazione Lido degli Aranci, l’ amministrazione comunale di Grottammare e la direzione artistica del Maestro Stefano Marcucci propongono lo spettacolo “Garibaldi”; l’ eroe dei due mondi visto, raccontato e sorpreso in un Risorgimento Italiano che nessuno di noi ancora conosceva.

Il Carisma di Garibaldi torna alla ribalta grazie all’attore Marco Zannoni, in un suggestivo contesto popolare, immortalato da un passaggio di un condottiero che trova una sosta momentanea in una villa del comacchiese, nella sua fuga verso Torino.
Siamo nella seconda metà del xix secolo quando, un microcosmo viene travolto da un Garibaldi continuamente evocato, un piccolo incanto, un piccolo sorriso, perenne e malinconico.

La rievocazione della figura di Garibaldi è affidata alla bravura dell’ attore che dà vita, di volta in volta, a ciascuno dei personaggi che, in un caldo pomeriggio del 1859, si affannano attorno ad un ricevimento in onore dell’Eroe. In particolare, sono due attori, chiamati da un possidente romagnolo a recitare davanti a Garibaldi, ad occupare il ruolo principale fra i personaggi, ma ad essi si affiancano altre figure ciascuna portatrice di una propria prospettiva: il possidente Cataldi, sua moglie, suo figlio, la governante, il marito di lei e quel personaggio collettivo che è la banda comunale. Il risultato è una lettura “marginale” del Risorgimento, filtrata attraverso l’immaginario di persone semplici, fino allo stesso Garibaldi, sopreso in cucina mentre inzuppa il pane nel ragù.

Marco Zannoni ha frequentato la Scuola di Teatro di Bologna diretta da Alessandra Galante Garrone. Ha collaborato, fra gli altri, con il regista Benno Besson e con Dario Fo. Collabora attualmente con Savelli e il Teatro di Rifredi. Dal 1984 si dedica alla scrittura dei propri testi e nel 2006 ha presentato ad Ankara, con grande successo, il suo teatro di appartamento Grogrè.

Infine volto noto agli amanti della soap italiana grazie alla partecipazione nella serie Centovetrine .
È stato già protagonista a Grottammare con il debutto della prima nazionale dello spettacolo “La ridicola Notte di P” ; a lui l’ulteriore onore di portare in scena una figura fondamentale per la storia d’Italia, un personaggio che Grottammare ha avuto il destino di ospitare nel 1848/49 e che per sempre rimarrà impresso nella memoria popolare cittadina.

Un’ appuntamento imperdibile per gli amanti del genere, un sabato sera per immergersi, gustare e rivivere uno spaccato di storia nazionale, elegantemente elevato grazie all’ arte del teatro.

Prevendita ed info line presso Merceria Il Cigno : 335 6234568.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *