Raccontare il territorio della comunità montana dei sibillini, concorso per i giovani dai 16 ai 35 anni

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

MONTEMONACO – Con la manifestazione “Sibilla Summer Night 2014”, giunta alla 6^ edizione, l’ATS XXIV e l’Ente capofila Comunità Montana dei Sibillini, con il cofinanziamento della Regione Marche, promuovono un concorso dal titolo “Raccontare il territorio”, rivolto a tutti i ragazzi dai 16 ai 35 anni, in cui gli stessi sono chiamati a conoscere, scoprire e raccontare il territorio attraverso la realizzazione di un prodotto artistico ed espressivo che descriva e valorizzi i luoghi, la storia e le tradizioni della Comunità Montana dei Sibillini.
L’obiettivo principale del concorso è quello di favorire la crescita intellettiva, umana e sociale dei giovani, fornendo loro l’opportunità di sperimentare se stessi e le proprie potenzialità ed incoraggiando la loro partecipazione alla vita della comunità.
Il concorso si propone, quindi, di rendere i giovani consapevoli delle radici storiche e culturali, della ricchezza ambientale del territorio in cui vivono e si muovono, così da potenziare il proprio senso di identità e appartenenza, in un percorso che va dall’esperienza personale per congiungersi alla memoria dei familiari e degli adulti, alla scoperta del passato, del quale, a causa di mutamenti economici, sociali e culturali, si rischia di perdere l’eredità. In questo percorso di riflessione sarà quindi fondamentale il ruolo della riscoperta del territorio, della memoria, dei saperi e dei valori, delle attività artigianali in via di estinzione; un percorso che collega passato e presente, interpretando le antiche tradizioni e facendole rivivere, ma soprattutto valorizzandole, con nuovi strumenti comunicativi e nuove idee, anche in funzione dello sviluppo di una nuova imprenditorialità connessa alla valorizzazione ed alla promozione del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *