Oratori marchigiani, la Regione individua i criteri per la concessione dei contributi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Striscione Vescovo Carlo Oratorio

DIOCESI – valorizzare la funzione educativa degli oratori.
Un impegno e un obiettivo confermato anche per il 2014 che la Giunta regionale intende perseguire con i 510 mila euro stanziati in bilancio.
Una somma che, nonostante gli inevitabili tagli che hanno interessato pressoché tutti gli ambiti della politica regionale, è, secondo l’assessore alla Famiglia, Luigi Viventi, “significativa di una particolare attenzione riservata al settore”.
La Giunta regionale ha dunque emanato i criteri per la concessione degli aiuti agli enti ecclesiastici della Chiesa cattolica e alle associazioni cattoliche nazionali degli oratori presenti nelle diocesi marchigiane. Nel dettaglio, si sostengono progetti coerenti con la programmazione regionale, che dovranno concludersi entro il 31 dicembre dell’anno in corso e che dovranno pervenire in Regione entro il 31 marzo 2014.
Non potrà essere ammessa a finanziamento più di un’iniziativa per diocesi, secondo un criterio che preveda la turnazione di tutti gli oratori esistenti nell’arco di un biennio.
Una quota parte del finanziamento regionale va all’associazione Amici del centro Giovanni Paolo II e del Santuario Lauretano, individuata dalla Regione ecclesiastica marchigiana come promotrice di un progetto di dimensione regionale.
“Gli oratori svolgono una funzione sociale ed educativa che va sostenuta – afferma Viventi – e sono centri di aggregazione diffusi sul territorio, punto di riferimento per tanti ragazzi. Rappresentano inoltre un anello della catena di solidarietà che le comunità locali hanno costruito con impegno e che la Regione sostiene, per favorire percorsi educativi d’integrazione, d’inclusione, di contrasto alla devianza minorile e di superamento delle disabilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *