Suor Anna Maria è nata in cielo, ha prestato servizio per 40 anni a Rotella

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Suor AnnaDi Rossana Malatesta

DIOCESI – Suor Anna Maria, la nostra Suor Anna, non è più tra noi.
Ce lo aspettavamo, lo sapevamo che sarebbe successo, ma ugualmente non è stato facile accettarlo, non si è mai pronti per queste cose.
Suor Anna era una consorella delle Suore Teresiane di Ripatransone, originaria di Fresagrandinaria (CH), e per oltre quarant’anni ha prestato il suo servizio pastorale a Rotella, diventando un punto di riferimento per tutta la comunità, oggi orfana di un così grande affetto.
Sabato 15, nel pomeriggio, si sono svolti i funerali nella chiesa dell’Istituto delle Teresiane, la celebrazione è stata presieduta dal Vescovo Emerito Gervasio Gestori, che ha sottolineato l’importanza del suo operato sia nel paese in cui ha vissuto per tanti anni come educatrice della scuola materna, sia verso il suo istituto di appartenenza. Molto toccanti, infine, sono state anche le parole di chi l’ha conosciuta e ha condiviso con lei molti momenti felici.
Io l’ho conosciuta solo pochi anni fa, quando appena trasferiti a Rotella, la mia prima figlia ha iniziato a frequentare, appunto, la scuola materna presso l’ODA.
Ogni giorno, un po’ alla volta, abbiamo preso confidenza e quelle chiacchierate davanti al cancello della scuola, in cui parlavamo un po’ di tutto, erano diventate un appuntamento rigenerante per me. Mi raccontava di mio marito bambino (anche lui era stato uno dei “suoi figli”), mi parlava della parrocchia, mi incoraggiava e mi sosteneva nel mio traballante cammino di conversione, mi spronava, bacchettandomi teneramente, nei momenti di stanchezza che la vita ti riserva. Insomma, si occupava di me e della mia famiglia. Sempre con il suo sorriso, sempre con quella serenità e quella calma che puoi riconoscere solo in chi è vicino a Cristo.
Quando è tornata all’Istituto di Ripatransone, lasciando Rotella insieme a Suor Agostina, ero molto dispiaciuta, credevo di aver perso una persona speciale, ma poi il Signore ha voluto farmi un regalo e per varie coincidenze, mi sono ritrovata spesso ospite del suo Istituto e lei era sempre lì, con le sue parole ed il suo sorriso.
In una delle ultime volte che ho parlato con lei, le ho chiesto se stava bene e se gli mancava Rotella. Lei mi ha guardato per qualche secondo e mal celando un po’ di malinconia, mi ha detto :”Ogni giorno, appena mi sveglio penso a tutte le famiglie di Rotella, ha tutti i figli che ho lasciato lì, proprio a tutti…il mio cuore è ancora lì con voi, perché una mamma non può non occuparsi dei suoi figli, ovunque sia.”.
Già,è vero, il legame che ci lega è più forte di qualsiasi fisicità, perché quello che ci lega è l’Amore, che non ha spazio e non ha tempo….ciao Suor Anna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *