Martinsicuro festeggia Sant’Antonio Abate, protettore degli animali

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

15658_10202183631664734_2117181018_n 148224_10202183635584832_132090644_n 1234684_10202183634984817_1278349232_n 1489167_10202183631464729_274616678_n 1535382_10202183626624608_1090667632_n 1535635_10202183630104695_2044958808_n 1557555_10202183626784612_1694006164_n 1559867_10202183626824613_961500920_n 1604567_10202183635184822_242078780_n 1620760_10202183632984767_464764080_n 1621704_10202183633424778_399976666_n 1622012_10202183633184772_568121342_n 1625702_10202183630584707_1457782307_n 1779102_10202183631984742_540428359_n 1779979_10202183627704635_1398620313_n ù

Tratto dal nostro settimanale di gennaio

Di Simone Gasperi

MARTINSICURO – Domenica scorsa a Martinsicuro si è tenuta la tradizionale processione in onore di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali, che la Chiesa ricorda nel giorno della sua morte, il 17 gennaio del 357 d.C.. A distanza di una settimana rispetto alle altre parrocchie della Diocesi, anche nel Comune truentino abbiamo assistito alla consueta benedizione degli animali, tradizione riconducibile fin dall’antichità al mondo contadino e conservata fino ad oggi in tutta Italia, specie nei centri rurali: sovente, infatti, potrete trovare nelle stalle di campagna l’immagine del Santo a proteggere il bestiame.
La statua del Santo è stata condotta in processione per le vie del quartiere Sant’Antonio al cospetto di uno stuolo di fedeli e dei loro amici animali. Presenti le autorità religiose e civili: Don Patrizio Spina, che ha presidiato la cerimonia e il Sindaco di Martinsicuro, Paolo Camaioni. Al termine della processione, molti degli animali domestici e di fattoria hanno ricevuto la benedizione del Santo protettore per intercessione del parroco del Sacro Cuore di Gesù, Don Patrizio. Come da tradizione popolare, dopo l’aspersione con l’acqua santa, il sacerdote ha distribuito i “pani di Sant’Antonio” ritenuti miracolosi per la guarigione degli animali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *