Riparte l’Inverno Teatrale cuprense: da 34 anni sulla cresta dell’onda

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
Da sinistra: Emilio Lanciotti, Franco Regi, l'assessore Luciano Bruni, il sindaco Domenico D'Annibali, Umberto Giandomenico, Vincenzo Diomede
Da sinistra: Emilio Lanciotti, Franco Regi, l’assessore Luciano Bruni, il sindaco Domenico D’Annibali, Umberto Giandomenico, Vincenzo Diomede

CUPRA MARITTIMA – Riparte la 34^ Rassegna Teatrale a Cupra Marittima. A parlarne alla stampa il sindaco Domenico D’Annibali, l’Assessore alla Cultura Luciano Bruni e il gruppo organizzatore: Franco Regi, Emilio Lanciotti, Umberto Giandomenico, Graziano Cognigni, Primo Ricci e Vincenzo Diomede, con la presentatrice Angela Cesarini. “Una tradizione storica quella dell’Inverno Teatrale a Cupra – ha esordito l’Assessore Bruni – anche se quest’anno non ci sono compagnie cuprensi nella rassegna per vari motivi logistici, però sono state ben sostituite da altre compagnie di qualità del territorio”. Franco Regi, la “pietra miliare” dell’organizzazione da ben 34 anni, ha spiegato di come, all’inizio, la rassegna nacque da un’idea dei volontari dell’Avis, i donatori di sangue, che volevano far uscire la gente, aiutarla a comunicare, socializzare, incontrarsi, anche in vista e per promozione della solidarietà. “E’ ancora oggi –ha spiegato Regi – Una occasione per spegnere la televisione e uscire la sera, nella parte più fredda dell’anno , per incontrarsi e parlare. Noi nella rassegna alterniamo l’umorismo con l’impegno. La nostra , lo possiamo affermare con orgoglio, è una delle migliori rassegne teatrali e tra le più longeve delle Marche “. Quest’anno saranno messe in scena 7 commedie, a partire dal 24 gennaio, venerdì. “Ringraziamo – ha sottolineato il sindaco D’Annibali – la parrocchia, che ci presta il Cine-teatro Margherita anche detta “Sala della Comunità”, i volontari del gruppo organizzatore, le compagnie, con le quali, al termine di ogni spettacolo, grazie agli sponsors, socializziamo in modo conviviale , diventando spesso amici”. Fino al 7 marzo, ogni venerdì ci sarà una commedia, a partire dal 24 gennaio, appunto con “Rivoira Pasquale evasore fiscale”, di Amendola e Corbucci, della compagnia “Firmum” di Fermo, in vernacolo, un tema oggi più che mai attuale; Il 31 gennaio ci sarà “Classe di ferro” di Aldo Nicolaj, del Gruppo Teatrale Pedaso, che tratterà con ironia il delicato tema degli anziani e della loro “collocazione ingombrante” al mondo d’oggi; Il 7 febbraio sarà la volta di “Na femmine chi li baffe” di Tonino Ranalli della compagnia La Bottega del Sorriso di Basciano, in dialetto abruzzese, dalla brillante comicità; Venerdì 14 febbraio si terrà un’opera aulica, “il mercante di Venezia”, di Shakespeare, rivisitato dalle Compagnie Teatrali Riunite di Macerata; Venerdì 21 febbario è la volta di : “Che carogna la cicogna”, di Pietro Romagnoli della compagnia G.Lucaroni di Magliano, con una rivisitazione ironica del matrimonio quando i …figli non arrivano..; Venerdì 28 febbraio si terrà “Chi è più lesti…se la guadagna!” di Gabriele Mancini della compagnia “La Nuova” di Belmonte Piceno, sempre una storia matrimoniale ; Infine venerdì 7 marzo la Compagnia della Luna di Ancona concluderà la rassegna con “Al bar di Anna” di Simone Gazzani, dove vari e differenziati personaggi, ognuno con le sue caratteristiche si incontrano e parlano. L’inizio degli spettacoli è alle 21,15. Il costo del biglietto intero è di 8 euro, ridotto ( entro i 14 anni e oltre i 65) è di 6 euro. L’abbonamento intero a tutti e sette gli spettacoli è di € 45 e ridotto di € 35. Le prenotazioni si fanno presso la Tabaccheria Massarenti di Cupra Marittima in p.zza della Libertà, tel. 0735 777350.

Susanna Faviani

Giornalista pubblicista dal '98 , ha scritto sul Corriere Adriatico per 10 anni, su l'Osservatore Romano , organo di stampa della Santa Sede per 5 anni e dal 2008 ad oggi scrive su L'Avvenire, quotidiano della CEI. E' Docente di Arte nella scuola secondaria di primo grado di Grottammare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *