Fabrizio Rosati, a nome dell’associazione Presepe Vivente, ringrazia Mons. Gestori per questi 10 anni

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

IMG_3304 (960x640)

GROTTAMMARE – Il Presepe Vivente Grottammare, dopo l’ennesimo successo della appena trascorsa edizione, esattamente la decima, tiene a ringraziare in particolar modo il Vescovo uscente Gervasio Gestori.
“E’ stato sempre presente a tutte e dieci le edizioni – ha sottolineato il presidente dell’associazione grottammarese, Fabrizio Rosati – addirittura in qualche occasione è intervenuto ulteriormente , anche a sorpresa, oltre all’ “ufficialità” della prima giornata , quella del 26 dicembre, inaugurale, con le Autorità.
Nonostante – ha proseguito Rosati – ci rendessimo conto dei suoi innumerevoli e concomitanti impegni, però ha dimostrato sempre un’attenzione particolare per noi, una cura verso ciascun figurante, che spesso ha incontrato e incoraggiato personalmente”. Al termine di questi “primi” 10 anni, l’associazione ONLUS ( Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale) grottammarese, che ha inanellato una serie anche inaspettata di successi, tanto che quest’anno del Presepe Vivente si è anche finalmente interessata la Rai Tre, oltre che Tele Padre Pio, stampa e tivù locali, oltreché da sempre anche L’Osservatore Romano e Avvenire, gli organi di stampa rispettivamente della Santa Sede e dei Vescovi Italiani.
L’Associazione accoglie con gioia e devozione il nuovo Vescovo di San Benedetto del Tronto, Mons. Carlo Bresciani, ma non può e non vuole dimenticare l’impegno e l’affetto dimostrato da Mons. Gestori.
“Ci auguriamo per ancora tante, tante edizioni – ha spiegato Rosati – di vederlo con noi in prima fila, avvolto nel suo cappotto, sorridente e noncurante del freddo, camminare con noi tra le vie del paese alto di Grottammare, in visita al Presepe Vivente, magari a braccetto del nuovo vescovo, Mons. Carlo Bresciani, infatti desidereremmo che entrambi nel futuro, partecipassero alle nostre edizioni.
Non ci sono stati solo momenti rosei nel nostro Presepe, ma anche momenti bui, in cui Mons. Gestori ci è stato vicino e ci ha incoraggiato a perseverare e a non scoraggiarci, ed ora eccoci qui, migliaia di visitatori, telefonate, e.mail e un sogno che si rinnova per migliaia di bambini e di famiglie provenienti un po’ da tutta Italia.
Non voglio dimenticare nei ringraziamenti anche i collaboratori e soprattutto Padre Aldo Alberoni dell’Oasi santa Maria di Grottammare, che puntuale ci segue e ci incoraggia con discrezione e decisione, da ben 10 anni, aiutandoci ad entrare nello spirito “vivo” del presepe”.
Un’altra figura “storica” da ricordare è l’ex- sindaco Luigi Merli, che per 10 anni è stato una colonna, come Mons. Gestori: quante volte passava in macchina dopo cena alla volta del paese alto, per incoraggiarci durante la lavorazione delle scene del Presepe, quanto impegno e orgoglio, quanto sostegno morale!
E’ semplicemente doveroso ricordarlo”. Nuovi progetti? “..Per ora il consueto ritrovo conviviale, che organizzeremo a breve, prima della Quaresima e dove speriamo siano dei nostri sia Mons. Gestori, che Mons. Bresciani, insieme all’ex sindaco Merli, all’attuale sindaco Enrico Piergallini , sempre incoraggiante e presente, con il suo entusiasmo e con la sua cultura, pronto a darci una mano e in generale all’amministrazione comunale, per la quale va un ringraziamento doveroso, come anche per il nostro sponsor “storico”, RadioAzzurra, soprattutto ringrazio – conclude Rosati – i veri protagonisti del Presepe Vivente di Grottammare, i figuranti e anche la stampa per averci seguito ormai da tanti anni”.

Susanna Faviani

Giornalista pubblicista dal '98 , ha scritto sul Corriere Adriatico per 10 anni, su l'Osservatore Romano , organo di stampa della Santa Sede per 5 anni e dal 2008 ad oggi scrive su L'Avvenire, quotidiano della CEI. E' Docente di Arte nella scuola secondaria di primo grado di Grottammare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *