Lavori pubblici, ecco cosa è stato fatto a Cupra Marittima nel 2013

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
albero Cupra
CUPRA MARITTIMA – Il nuovo anno è iniziato da poco e la Giunta di Domenico D’Annibali è già al lavoro.
Prima di illustrare i progetti per il 2014 però insieme all’assessore ai lavori pubblici Graziano Cognigni ripercorriamo i vari progetti e le realizzazioni concretizzate nel 2013. Innanzitutto c’è stata una sistemazione del lungomare “Abbiamo provveduto ad estirpare  ceppi e palme morte lungo la pista ciclo pedonale sia a sud che a nord di Cupra, per poi piantare al loro posto tamarici e altre palme, della tipologia washingtonia.
Non è stato trascurato il manto stradale delle varie vie del paese, abbiamo infatti sistemato ed asfaltato il tratto di via Matteotti e abbiamo rifatto il manto stradale sia per un lungo tratto di via Colle Bruno sia che per circa 400 metri di via Ennio Ruzzi, dove sono stati anche aggiunti due dossi. In piazza Bugiaridini invece è stato approvat il progetto per il rialzamento di alcuni tratti di marciapiede.
Sempre per quanto riguarda la viabilità, come è stato già annunciato, arriverà a breve il nuovo impianto semaforico all’incrocio della Statale 16 con via San Gregorio Magno”.
Prosegue l’assessore: “Siamo riusciti a sfruttare positivamente fondi e finanziamenti regionali, in particolare indirizzati al miglioramenti dell’area della piccola pesca, alla ricostruzione di tre scogliere nella zona nord di Cupra, fino al confine con Marina di Massignano, e alla potatura dei pini danneggiati da eventi atmosferici avversi.
La potatura è avvenuta in via Ciccarelli, in piazza Bugiardini, e nel parco delle Foibe, terminerà a giorni”. Questi tre progetti sono stati finanziati al 100% dalla Regione Marche, e ce n’è un altro finanziato totalmente dal Ciip, ovvero la realizzazione di tra nuovi impianti fognari in via San Silvestro, contrada Santi e via Sant’Egidio. Interessanti poi i progetti riguardanti i beni culturali. “Grazie ad un finanziamento coperto fino al 70% dal Gal Piceno – aggiunge Cognigni – ristruttureremo la chiesa di San Patrizio. Approvato inoltre il progetto di ristrutturazione e riqualificazione di due fabbricati all’interno del Parco Archeologico destinati a centro di accoglienza e informazione turistica, finanziati al 50% dalla Provincia di Ascoli Piceno, e sempre la provincia coprirà al 70% le spese per l’acquisto di arredi e attrezzature per rendere funzionale la casa ristrutturata all’interno del Parco Archeologico”.
Cognigni ricorda inoltre l’importante passo riguardante la realizzazione di un nuovo manto in erba sintetica e di una nuova recinzione per il campo di allenamento “Fratelli Veccia”.
Le operazioni di sistemazione sono già in corso e saranno terminate nei primi mesi del 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *