Parrocchia San Niccolò, messa di ringraziamento celebrata da Vescovo Gestori

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ACQUAVIVA PICENA – Martedì 31 dicembre S.E. il Vescovo Gervasio Gestori ha celebrato nella chiesa parrocchiale di Acquaviva, dove ora risiede, la messa di ringraziamento al Signore per il dono di questo anno, 2013, e per la benedizione del nuovo anno, 2014. La chiesa era gremita di persone e i canti sono stati splendidamente animati dal coro della parrocchia San Niccolò.

Durante l’omelia il Vescovo ha avuto parole incoraggianti verso i fedeli in ascolto:” Siamo arrivati alla sera del 31 dicembre di questo anno 2013, ultimo giorno e ultime ore; tra poco inizia l’anno nuovo e abbiamo nella mente e nel cuore tanti sentimenti, tanti pensieri, ricordi e nostalgie. In questi giorni ci diciamo tante cose: auguri di buon anno, buone feste, tanti sentimenti, tante parole. Il nostro cuore cosa sperimenta in questi momenti? Lamentele, rabbie, ringraziamenti e gioie; in mezzo a tutti questi sentimenti contrastanti, vorrei suggerire qualche pensiero per aiutarci a vivere queste ore in maniera veramente umana e profondamente cristiana. La prima cosa a cui penso è quella di chedere perdono al Signore per le nostre debolezze, fragilità, mancanze, ognuno ha le sue più o meno grandi, nessuno è perfetto, allora diciamo al Signore “io ti domando perdono, vorrei chiudere questo anno in maniera bella, tranquilla, limpida e serena senza pesi sulla coscienza“. La seconda cosa a cui penso è quella di ringraziare il Signore. Questa messa è di ringraziamento per tutti i doni ricevuti in questo anno, innanzitutto il dono della vita, ci siamo ancora, più o meno sani e forti, con tutto quello che la vita comporta di bene o di meno bene, di gioia o di fatica; ogni mattina, quando mi sveglio, ringrazio Dio che ci sono ancora. Infine, come ultimo pensiero, ritengo che bisogna imparare; ripensando a questi dodici mesi che abbiamo alle spalle bisogna capire cosa possiamo imparare dalle nostre esperienze: a vivere meglio, a non sbagliare più, a essere più prudente, più generoso e più attento”.

Al termine della messa il Vescovo si è recato per l’ultima serata del 2013 presso la Casa del Catechismo, con il parroco don Alfredo e alcune famiglie, dove ha trascorso il suo primo capodanno nella piccola comunità di Acquaviva in un clima di accoglienza e allegria. Benvenuto Sua Eccellenza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *